Banner
Banner

Foglie di Lauro. "Capua al Quadrato", la manifestazione di domenica, promossa ed organizzata dal Touring Club Italiano.

 

IMG 20181030 070605Il Console Annamaria Troili è riuscita nell'impresa di dedicare un giorno intero alle due Capua. 
Il  risultato è stato straordinario. 
A Mario Cesarano, direttore del
Museo Provinciale Campano, il compito di accogliere i numerosi visitatori; a Marianna Apuleo, quello di raccontare la storia del sito e delle collezioni in esso custodite, prime fra tutte, quelle delle Matres Matutae. L'iniziativa del Touring, rappresenta l'inizio di una rete turistico culturale, per unire due connurbazioni, che prima dell'841 d.c., distruzione dell'Antica, erano una sola città, la grande Capua di Annibale e Spartaco, una metropoli dell'antichità, unica rivale di Roma. Nell'856 poi, coi suoi superstiti l'insediamento sul porto fluviale di Casilinum, Capua come l'Arabia fenice, risorge dalle sue ceneri conservando la " Civitas capuana", nonchè la sua importanza nei secoli, come Principato e poi capoluogo di Terra di Lavoro, con monumenti importanti, riutillizzando spesso le pietre dell'antica, abbandonata per alcuni secoli, e personaggi altrettanto famosi come Pier delle Vigne e Ettore Fieramosca. 
Impeccabile, l'accoglienza dei Volontari Angela Cembalo e Mario Caramiello, con il coordinatore Ugo dal Poggetto, nella Chiesa longobarda di S.Salvatore a Corte, sede di Aperti per voi Touring, dove è stato preparato un cocktail offerto dalla Gioielleria Sessa. Tappa obbligata, quindi,  al Monumento dalla Lingua italiana del "Placito Capuano", dove Pompeo Pelagalli, figura preminente della cultura capuana, ha illustrato la genesi della lingua Italiana, nata qui, a Capua con la trascrizione del Placido nel linguaggio volgare, utilizzato nel corso di una causa giudiziaria tra i coloni del posto ed i monaci cassinati. Passaggio, poi, per S.Giovanni a corte , nei Palazzi a strati, come l' angioino Fieramosca. L'ammirazione per la Piazza dei Giudici; il Palazzo del Governatore pieno di protomi e con lo stemma "Senatus Populusque Campanus", nonche' la Chiesa di S.Eligio e fino alla Cattedrale, con la sua bella torre longobarda, monumento nazionale.  La  Cattedrale, abbattuta e ricostruita dopo i bombardamenti del quarantatre, il Cerio Pasquale con la storia scolpita del vescovo Erveo, capolavoro normanno, ed alcuni dei ricchi tesori del Duomo, esposti nella Cappella delle Reliquie, in quella del Sacramento, ed infine nella Cripta, l'ammiratissimo Gesu' Morto del Bottiglieri nel suo "Sepolcro" ed il busto dell'Addolorata.
Pomeriggio nella Capua vecchia, con Ida Gennarelli, direttrice del Museo Archeologico dell'Antica Capua, per conoscere la storia dell'Anfiteatro Campano- fine I sec. d.C. - secondo dopo il Colosseo e ricostruito su un precedente anfiteatro, quello di Spartaco, mutilo di colonne e protomi che sono nella Capua nuova, dopo la distruzione saracena dell'841 d.C. Poi, il Museo Archeologico dell'Antica Capua, la mostra "Annibale a Capua" dedicato al grande condottiero Cartaginese, in particolare alla sua permanenza a Capua, che si alleo' con lui contro i Romani. Ultima visita, infine, nel teatro Garibaldi, detto anche il "Piccolo S.Carlo"per la sua bellezza architettonica. L'interessante e innovativa platea teatrale, alle sue sale, compresa quella degli Specchi e a quelle dedicate a un piccolo museo del teatro e del cinema, è stata accompagnata dall'architetto Massimiliano Rendina, con la gradevole presenza del primo cittadino,  avvocato Antonio Mirra.
Un successo pieno, che premia Annamaria Troili e Pompeo Pelagalli per la Capua nuova e Massimiliano Rendina con Cinzia Rosa, per la vecchia città. Identità condivise da questi baluardi della storia locale, che sopportati dai tanti volontari e dagli Enti territoriali, ed in questo caso dal Touring Club Italiano, non potranno che lasciare benefici, per quel rilancio turistico, di cui si parla da tempo e che riteniamo dovuto. 
 
Nelle foto con il direttore del Museo Campano, Mario Cesarano, Marianna Apuleo ed Annamaria Troili; l'architetto Massimiliano Rendina ed il sindaco di S. Maria, Antonio Mirra.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.