Banner
Banner

Foglie Di Lauro. Peppino di Capri in concerto a Capua per festeggiare i sessantatre anni di carriera artistica

 

Foglie 211121Mister Peppino di Capri ritorna a Capua per un nuovo, entusiasmante ed emozionante concerto. È ufficiale perché la data è stata comunicata direttamente da Gianmaria Modugno, che con Capua Speciosa gestisce il teatro Ricciardi. La data è il 22 dicembre, per trascorrere una bellissima serata a pochi giorni dal Santo Natale. Sarà l'occasione per festeggiare i sessantatre anni di carriera artistica dell'ever green dell'isola più bella del mondo ed "primi" sette anni che Capua Speciosa si prende cura del teatro capuano. Canzoni, musica, poesia, quelle scritte da Giuseppe Faiella, in arte Peppino di Capri, autentiche colonna sonora dello spettacolo.
Sarà un tributo di affetto, riconoscenza e simpatia, per un artista che ha portato l'Italia nel mondo, ambasciatore di tanta melodia.
Sarà sicuramente una grande festa, dove l'amore, il sentimento, il ritmo, si percepiranno dritti al cuore. Ad accompagnare il "Maestro", in un viaggio fantastico, attraverso tutti gli spartiti dalle sue canzoni, ci sarà una grande orchestra, di cui fa parte il chitarrista capuano Adriano Guarino. Italia, Napoli: 1958 "Peppino di Capri e i suoi Rockers"; viene inciso il primo album, ci sono le canzoni "Malatia" e "Nun è peccato", è un successo di critica e di pubblico, viene registrata la vendita di un milione di copie.
Sessantatre gli anni di successo, con concerti, spettacoli, insomma una lunghissima carriera, fatta di musica e tanti, tantissimi incontri, con gente meravigliosa, che ancora segue Peppino con immutato affetto e simpatia. Peppino di Capri, al comando del suo immancabile pianoforte bianco, ripercorrerà, in un emozionante viaggio nel tempo, tutta la sua vita artistica e, con essa, la storia musicale italiana ed internazionale. La scaletta della serata non è ancora nota, ma certamente sarà declinata dai tanti successi: Roberta, Champagne e Let's Twist Again. Peppino di Capri ha partecipato a quindici Festival di Sanremo, vincendo quello del 1973 con il brano "Un grande amore e niente più" e nel 1976 con il brano "Non lo faccio più". È una calda serata di agosto, l'estate Ischitana è al culmine del successo di pubblico e di turisti, Peppino si esibisce con il suo gruppo, assiste allo spettacolo il dirigente di una casa discografica di Milano, lì in vacanza, dopo averlo ascoltato gli propone un contratto. È l'inizio di un grande successo. A fine settembre si va nella capitale meneghina, si racconta che Peppino, con una millecento, parte con cinque musicisti per incidere dieci brani proposti dalla casa discografica, quasi tutti già eseguiti dal gruppo nei locali e, quindi, di sicuro successo.
È Mario Cenci che propone il nome, dicendo a Peppino: "Siccome ti chiami Peppino e vieni da Capri, ti chiamerai" "Peppino di Capri". Il nome completo della band sarà, quindi, Peppino di Capri e i suoi Rockers. Il prossimo ventidue dicembre, dal teatro Ricciardi di Capua, sempre a bordo della mitica millecento, Peppino di Capri riprenderà il suo percorso, fatto di musica, canzoni, sentimento e tanto, ma tanto amore. Una festa a cui è impossibile non partecipare.
Foglie "Di Lauro"

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.