Banner
Banner

Foglie di Lauro. Vincenzo Carpino: un curriculum di tutto rispetto per un capuano che nel mondo della danza e dello spettacolo, continuerà a percorrere la strada del successo.

carpinoLa strada del successo per Vincenzo Carpino ha avuto inizio a Capua, dove ha vissuto fino all'adolescenza con papà Mario e mamma Rosa, che, sin da piccolo, oltre ad averlo sempre coccolato, lo hanno sostenuto e motivato nel percorso, certamente non facile, della danza. E, soprattutto, fino a quando, proprio la danza, non gli ha offerto opportunità che hanno coronato i suoi sogni. La formazione acquisita presso la scuola professionale Arabesque e la direzione di Annamaria Di Maio gli hanno consentito di avere padronanza ed esperienza necessaria per affrontare, con determinazione, i palcoscenici dove si è esibito ed ha ricevuto apprezzamenti, plausi ed ammirazione. Non tutto però, si ottiene senza studio e sacrifici, elementi che Vincenzo ha tenuto sempre in debita considerazione, anche quando si è trovato ad affrontare percorsi formativi non facili, in virtù dei docenti che esigevano rigore e disciplina, tra cui Loreta Alexandrescu, Irina Kistyakova, Bella Ratchinskaja, Ofelia Gonzales, Alessandro Molin, Pablo Moret, Sonia Fenisia Villani, Giulia Menicucci, Clarissa Mucci, Ugo Ranieri, Brunella Vidao, Fabio Grossi, Denis Ganio, Elisabetta Terabust, Alexander Stepkine, Margherita Trayanova, Piero Martelletta, Oscar Torrado, Pino Alosa, Marta Garcia, Orlando Salgado e Hervè Ilari. Non da meno il perfezionamento nella danza moderna, con Silvio Oddi, Bill Goodson, Roberta Fontana, Andrè De la Roche, Eugenio Buratti, Arturo Cannistrà, Fabrizio Mainini, Saverio Ariemma, Massimiliano Volpini, Fabrizio Monteverde, Mvula Sungani, Sheryl Murakami e Daniel Ezralow. Vincenzo Carpino ha partecipato a numerosissime rassegne e spettacoli, tra cui il World Dance Alliace Europe, presentato da Alessandro Cecchi Paone, “Leggere per Ballare”al teatro delle Palme di Napoli con la regia di Arturo Cannistrà, al ”Palinuro Danza Festival” dove gli viene riconosciuta la borsa di studio che gli consente di accedere al ”Chianciano dance studio”. Ha fatto parte del corpo di ballo della trasmissione televisiva di Carlo Conti “I Migliori Anni 2”, per poi essere scritturato nel corpo di ballo del Teatro Massimo di Palermo, ma anche nel “Balletto di Roma”, con spettacoli sia in Italia che all'estero, tra cui in Cina ed esibizioni a Pechino, Shanghai, e Guangzhou, nel Canton. Ha partecipato anche alle trasmissione “Punto su di te”, condotta da Elisa Isoardi e Claudio Lippi, “Una notte per Caruso” su Raiuno. Importante scrittura, poi, nel musicol “El Rey Leon” a Madrid. Vincenzo Carpino è solista e primo ballerino del teatro Massimo, dove lavora e si esibisce con coreografi internazionali di danza classica e contemporanea, tra cui Kilyan, Duato, Inger, Núñez, Carlson, Doda, Longo, Levaggi, Van Hoeck, Chang Goecke. Un curriculum di tutto rispetto per un capuano che nel mondo della danza e dello spettacolo, continuerà a percorrere la strada del successo.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.