Banner
Banner

Foglie di Lauro. Imminente la messa in onda della prima rete RAI, la fiction dedicata al commissario Ricciardi

commissario ricciardiLo scrittore, autore de "I bastardi di Pizzofalcone" e del "Commissario Ricciardi", trattenne il numeroso ed appassionato pubblico, nel meraviglioso quadriportico della Basilica Cattedrale. Alla bravissima Marilena Lucente, il ruolo di conduttrice dell'evento, a cui prese parte, in qualità di "ospite", l'attrice capuana Margherita Di Rauso. È imminente, da parte della prima rete RAI, la messa in onda della terza serie de "I bastardi di Pizzofalcone" e della fiction dedicata al commissario Ricciardi, le cui riprese, renderanno protagonista il centro storico della città di Capua. Manca la notizia ufficiale, ma la messa in onda dovrebbe essere per il prossimo 25 gennaio. Le meravigliose foto che pubblichiamo, a corredo del servizio, sono state realizzate da Aldo Romana, che in occasione delle riprese capuane, riuscì ad intrufolarsi tra macchinisti, attori ed operatori di ripresa. Il fotografo, che vive nella nostra città, ed è titolare di una Web Agency ed un Negozio online di informatica, scatta foto dapprima per curiosità e poi scegliendo soggetti e la relativa inquadratura, per poi passare alla post-produzione; shooting fotografici ed altrettante mostre arricchiscono la personale del fotografo, capuano di adozione. Il commissario Ricciardi, ovvero Luigi Alfredo Ricciardi, è figlio del barone Ricciardi di Malomonte e della signora Marta; nasce in un paesino del Cilento, nel 1900. Drammatiche realtà caratterizzano la sua fanciullezza, tra cui la morte del l papà quando lui è ancora bambino. La mamma è aiutata in casa da una tata di nome Rosa, personaggio che sarà poi per sempre vicino a Ricciardi. Ed è in questo periodo, quello fanciullesco, ma anche adolescenziale che il Luigi Alfredo ha il primo contatto con il "fatto", una sorta di visione anticipata degli eventi, su cui si intrecciano spesso situazioni straordinarie. Dopo non molto dalla scomparsa del padre, muore anche la madre ed il bambino rimane affidato esclusivamente alle affettuose cure di tata Rosa, e può contare, fortunatamente, dal punto di vista economico, sulle rendite del fondo di famiglia. All'università sceglie gli studi in Giurisprudenza, terminati i quali, tesi in Diritto Penale, entra in polizia. E' uno dei commissari della Squadra mobile della Regia Questura di Napoli. Abita in via Santa Teresa, nella palazzina che fa angolo con la strada che sale a Materdei e, così via, con gli episodi, di cui alcuni a Capua. Gli attori, con Lino Guanciale, sono: Antonio Milo, Maione,  Enrico Ianniello, dottor Modo, Serena Iansiti, Livia, Maria Vera Ratti, Enrica, Mario Pirrello, Garzo, Fabrizia Sacchi, Lucia Maione, Nunzia Schiano, Rosa, Martin Gruber, Manfred Kaspar von Brauchitsch, Marco Palvetti, Falco, Peppe Servillo, Don Pierino, Arduino Speranza, Spinelli, Antonio Veneziano, Guido Ruspo, Adriano Falivene, Bambinella, Giovanni Allocca, Cesarano La serie, scritta da Maurizio De Giovanni, Salvatore Basile, Viola Rispoli e Doriana Leondeff, è diretta da Alessandro D’Alatri. Tutto questo, mentre la nostra città si appresta a vivere una nuova ed entusiasmante esperienza cinematografica, con le riprese dedicate ai fratelli De Filippo: Eduardo, Titina e Peppino. Il set è già pronto. Contiamo sugli scatti di Aldo Romana per un nuovo servizio.

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.