Banner

Foglie di Lauro. Pulizia degli argini del fiume Volturno. Primi risultati molto soddisfacenti...

pulizia fiumePulizia degli argini del Volturno: fase due, ovvero, quando dalle parole si passa alla concretezza, ed i risultati lasciano la piena soddisfazione, anche del cronista, che ha il dovere di rendicontare in modo obiettivo, raccontando i fatti con dovizia di particolari. E se la recente pulizia delle sponde, dal ponte vecchio e per tutta la riviera Casilina, è stata tradotta in evento, allora, lascia ben sperare l'iniziativa in programma per domenica prossima. “Voglio Bene al Volturno” è questo lo slogan coniato e che accompagnerà le associazioni: Amici del Fiume, Volturnia Kayak, Federazione Pesca Sportiva, Associazione Carri Allegorici, Il Gelso, Città Irene, il Gruppo Scout Capua 2, Pro Loco, I Ciummaiuoli. Insieme, per una scelta ecologista ed ambientalista, premiante e che darà meriti ed onori ai protagonisti ed a tutti coloro che vorranno partecipare. Gli strumenti in dodazione dovranno essere quelli classici, per coloro che si cimentano nella bonifica di aree deturpare dalla presenza di materiali di scarto: plastica, piccoli inerti, insomma tutto ciò che ha esasperato una delle zone più belle ed affascinanti del centro storico. La bonifica avrà inizio dell’alveo fluviale che comprende la riviera Casilina ed i bastioni Federiciani. Tutto ciò rappresenta il naturale imput dell'attività posta in essere da Marisa Giacobone, nella foto principale ndr, attivissima consigliera comunale, che, sicuramente, nutre un amore particolare per il nostro fiume. Legame affettivo trasmessole da papa Diego, capuano doc, commerciante, imprenditore, ma anche conosciutissimo tecnico internazionale di pugilato. Per la Giacobone, l'impegno è stato, sicuramente, l'iter conclusivo di un testamento morale lasciatole dall'adorato ed indimenticabile papà. Comunque, grazie a lei, ed a quanti hanno intrapreso l'opera, per la quale c'è un programma ben definito, e che si racchiude in una sola direzione: rendere fruibili gli argini, quanto meno in primavera ed in estate. Altri mesi, invernali, impongono cautela, considerate le pericolosissime piene. Ad ogni buon conto, è previsto il decespugliamento e lo sfoltimento degli alberi a ridosso dell’argine, con la realizzazione di postazioni di pesca, una pista ciclabile, la possibilità di poter fare jogging, dal ponte romano fino alla Limata, privilegiando, ovviamente, la pesca sportiva. Il prolungamento, poi, della bonifica fino alla zona del campo sportivo, consentirebbe l'utilizzo di ben milleottocento metri di naturale ed affascinante bellezza, tra flora fluviale, fauna acquifera, essere a contatto diretto, come è capitato a noi, grazie ai canoisti di Gennaro Iadicicco, con aironi cenerini, e nutrie.
L’appuntamento, dunque, è per domenica mattina, alle ore 8, giù alle Torri, con guanti, sacchetti e bastoncini chiodati, supportati anche dalla collaborazione delle maestranze della “Falzarano”. Poi, l'immaginazione potrebbe diventare realtà con i lontri di Tittone schiuvatiello, nella foto a lato ndr, che navigano sulle acque dolci, le canoe della Volturnia Kayak che giostrano nello specchio d'acqua, pescatori finalmente riappropriarsi delle sponde e tanti capuani a passeggio lungo gli argini.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.