Banner

Foglie di Lauro. Calcio giovanile, nella nostra città: autentica fucina di talenti.

IMG 20200902 094952Calcio giovanile, nella nostra città: autentica fucina di talenti, ma soprattutto aggregazione, socializzazione, crescere con principi sani, utilizzando lo sport più amato al mondo quale percorso motivazionale. È dal 2009 che la Società Sportiva calcio Capua, è punto di riferimento nella nostra provincia e non solo. Le amorevoli cure del presidente Giuseppe Merolla, nella foto principale ndr, con l'intero gruppo dirigente, danno corso alla nuova stagione di formazione, ed allo stesso tempo agonistica.  Tra gli obiettivi, cercamente non reconditi, considerati alcuni traguardi, c'è, anche, quello di preparare i ragazzi talentuosi all'ingresso nel mondo professionistico. Il presidente della società, dicevamo, è Giuseppe Merolla, coadiuvato dalla preziosa collaborazioni dei dirigenti Mimmo Bova, Antonio Ingicco,  Carmine Zenga, Arcangelo Ingicco, Ciro Mandato, Antimo Tascione, nonché del prezioso contributo tecnico di Vincenzo Caruso, Antonio Erbosetta, Stefano Di Giovannantonio, Luigi Marano ed Alberto Guarino. In questa crescita, continua e costante, garantiscono un notevole contributo di esperienze Enzo Raiola e Sandro Martone. In particolare, Enzo Raiola, con il quale sono stati organizzati raduni e formazione tecnica con la partecipazione di direttori di settori giovanili professionistici, tra cui Barry Hunter, osservatore del Manchester City. La società capuana gode della fiducia da parte di grandi club del calcio internazionale, ed il modus operandi è ben chiareo: “Prima di tutto puntare sulla valorizzazione della tecnica individuale di ogni atleta". La società capuana, infatti, seleziona non solo i ragazzi, ma anche gli allenatori che devono avere non tanto un curriculum alto, bensì devono rispondere alle direttive impartite dalle società professionistiche. Ciò in linea con i parametri dell’Inter, della Juventus, del Milan, della Roma, della Fiorentina, dell’Atalanta e di tante altre ancora. Ovviamente, il giudice supremo è il campo. I talenti del Capua, vengono quindi osservati direttamente dai direttori o loro delegati delle grandi società professionistiche, con la partecipazione in tornei nazionali ed internazionali. Tanti in questi anni i ragazzi lanciati nel mondo del calcio, esempi come Davide Merola, classe 2000, all'Empoli, cresciuto nelle giovanili dell’Inter con cui ha debuttato in Uefa Europa League;  Lorenzo D’Alessio, classe 2001, in forza al Sassuolo, Raffaele Munno, classe 2002, cresciuto nelle giovanili della Fiorentina ed in forza al Cosenza;   Raffaele Virgilio ed Antonio D’amato, classe 2002, Roberto Natale e Luca Maciariello, classe 2003, Domenico Di Dona, Manuel Di Palma e Fabio Scognamiglio, classe 2004, Rob Coprean Raul e Jacopo Di Lauro, classe 2005, in forza alla SSC Napoli Calcio; Alessio  Piantadosi, all’ AC Milan, classe 2005, Lucio Fucci al Parma Calcio, classe 2005,  e tanti altri ancora in settori giovanili come Benevento, Spal, Reggina, Salernitana, Paganese, Cavese, Casertana, Francavilla. Dal punto di vista dei risultati, in Campania, il Capua è campione regionale in carica della categoria Under 14, e negli ultimi sei anni ha disputato sei finali. Il sogno "nel cassetto" della società è quello di una struttura con un campo di calcio a 11, un campo di calcio a 8 ed uno da calcetto con annessi servizi. Il primo passo è già stato fatto con l’acquisizione del terreno, in attesa che  il comune dia gli opportuni pareri di fattibilità, condizione, quest'ultima, indispensabile per fare in modo che la società continui ad operare a Capua, considerate, comunque, le allettanti disponibilità di comuni viciniori

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.