Banner

Foglie di Lauro. Banca di Credito Cooperativo "Terra di Lavoro" nel sociale: una postazione completo di terapia intensiva, donata all’Ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta

bcc          La prima notizia, è quella del costante impegno sociale della Banca di Credito Cooperativo "Terra di Lavoro", per cui, vi abbiamo ampiamente illustrato, le scelte motivazionali che hanno determinato l’acquisto di una postazione completo di terapia intensiva, donata all’Ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta.
Roberto Ricciardi, che è il Presidente del Cda, non si è assolutamente adagiato sugli allori e le innumerevoli testimonianze di benemerenza, anzi, le iniziative sono proseguite, toccando i settori e le categorie che nelle nostre comunità hanno maggiore bisogno di sostegno. Ci riferiamo a quelle per cui l'attenzione della Banca, ha determinato interventi in questo secondo momento di solidarieta: i medici di famiglia e gli studenti.
“Essere soci di una Cooperativa di Credito - ha affermato il presidente Ricciardi - significa anche contribuire indirettamente alle necessità e alle esigenze della propria comunità". Rimarcando a chiare lettere, che la BCC" San Vincenzo de' Paoli, è banca di persone e non di capitale ed i circa 3600 soci, attraverso la mutualità e la cooperazione, promuovono il benessere dell’intero territorio, sostenendo le imprese, i giovani e le famiglie. Il progetto è ampio, lungimirante e coinvolgente, ed è proprio in virtù di questi capisaldi che Roberto Ricciardi ha voluto, con fermezza e determinazione, rilanciare il coinvolgimento alla maggiore partecipazione: "Tutti possono partecipare a questo grande progetto sociale, diventando clienti e soci della banca, acquistando appena sei azioni del capitale sociale della stessa. Davvero nulla – ha concluso il presidente del CdA - rispetto al contributo sociale che ciascuno può offrire per il bene, la crescita economica e culturale della propria comunità”.
Nello specifico, la Banca "Terra di Lavoro, ha dotato i medici di famiglia dei Comuni di Casagiove, Mignano Monte Lungo, Galluccio, Conca della Campania, San Pietro Infine, Rocca d’Evandro, Roccamonfina, Tora e Piccilli, Presenzano e Marzano Appio del DPI, acronimo di Dispositivo di Protezione Individuale, consistente in un kit di mascherine e un casco protettivo. Per gli studenti, invece, dodici tablet all’Istituto Comprensivo Moro-Pascoli di Casagiove, per gli alunni meno abbienti delle terze medie, impegnati, tra poco, negli esami di licenza. I tablet consentono la didattica a distanza, con collegamento da remoto, dando la possibilità agli studenti di continuare a usufruire delle lezioni da parte dei propri insegnanti. Per quest'ultima iniziativa, la banca ha fatto rete con il Gruppo Tufano–Euronics di Casapulla, che ha provveduto alla fornitura dei tablet, accordando anche un congruo sconto. Non sono mancati, ovviamente, gli apprezzamenti da parte degli studenti beneficiari degli strumenti informatici, ed in particolare da parte della Dirigente Scolastica, dottoressa Teresa Luongo, che ha voluto ribadire l’importanza storica dell’Istituto bancario, sempre disponibile verso le esigenze del territorio e del mondo della scuola.
Il caso di sottolineare, anche, che la BCC, soprattutto in questi giorni, è punto di riferimento per il sostegno alle Parrocchie e per sovvenire a quei bisogni specifici dei meno abbienti, a cui nessuno provvede, quelli che vengono definiti "Ultimi", ma sono nostri fratelli.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.