Banner

Foglie di Lauro. Il mese di Aprile è segnato profondamente per Salvatore Visco, Pastore della chiesa di Capua.

vescovoIl mese di Aprile è segnato profondamente per Salvatore Visco, Pastore della chiesa di Capua.
Proprio oggi, 5 di Aprile del 2007, festività di San Vincenzo, il Papa, Benedetto XVI, lo nomina vescovo della diocesi di Venafro ed Isernia. Era il 14 di Aprile del 1973, quando giovanissimo, Salvatore Visco diventa presbitero della diocesi di Pozzuoli, con nomina nella parrocchia del quartiere di Bagnoli. Il 30 Aprile del 2013, Papa Francesco gli affida ll'Arcidiocesi di Capua, restata priva della sua guida, dopo la morte dell'amabilissimo Bruno Schettino.
“Non spegniamo la fiammella smorta … e lasciamo che riaccenda la speranza”; “Utilizziamo al meglio questo tempo … con la creatività dell’amore”. Oggi, ha usato il linguaggio del Papa, l'Arcivescovo, per comunicare con i fedeli in questa domenica delle Palme. Giornata di festa, ma soprattutto di riflessione e condivisione.
La domenica delle Palme, nel corso della quale avremo l'opportunità di partecipare alle funzioni religiose solo ed esclusivamente in televisione o attraverso i canali web.
Una Quaresima, per la quale - afferma il Pastore della chiesa di Capua - sperimentiamo il disagio: dai bambini bloccati in casa e incapaci di contenersi, agli anziani soli, ai malati gravi, ai morti senza conforto, a quelli che restano in pianto, impediti anche dal dare l’ultimo saluto. Tutti in qualche modo partecipiamo, inerti e costretti a stare lontano, al dolore che genera dolore. Diventa necessario un supplemento di fede, chiedere fortemente al Signore di farci sentire la Sua presenza.
In questa situazione siamo chiamati non solo a guardarci attorno ma, come cristiani, insieme a tante persone coraggiose e generose già attente alle difficoltà visibili o nascoste di tanti che stentano a vivere, sentirci tutti coinvolti nella vicinanza e condivisione delle necessità di quanti hanno bisogno, specialmente quelli che già non avevano lavoro, lo hanno perso, o non lo possono esercitare.
Parole di conforto, che dimostrano sensibilità ed amore e che aprono il nostro cuore a vivere la Settimana Santa nella preghiera e nella speranza.
Una Settimana Santa, diversa, nella quale sarà privilegiato un rapporto di maggiore intimita e riflessione con la propria Fede.
Questa sera, Capuaonline trasmetterà la via Crucis registrata lo scorso anno, dove protagonisti sono i giovani scaut di Capua. Le foto di questo servizio sono di Rosario Napoletano.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.