Banner

Capua. Il profumo della Rosa di Capua, dall’antica Roma ad oggi.

Piazza dei Giudici - Cultura ed Eventi

 

rosa1Capua era considerata, dopo Roma, una delle più grandi città dell’Italia antica e diventò, nel corso del tempo, inoltre, rinomata per la sua magnifica coltivazione di rose. Dalla Rosa di Capua abili artigiani profumieri estraevano sublimi profumi (il più famoso il rhodinon italikon) che finivano nella toeletta delle matrone romane. Ampolle di alabastro e vari contenitori di profumo sono stati ritrovati nei vari scavi avvenuti nel corso del tempo nell’antica Capua e qualcuno è conservato anche nel Museo campano.
E da qui nasce l’idea di Michela Di Fusco.
Michela è nata a Capua da una famiglia di Riardo dove ha un’attività di articoli da regalo e oggettistica; si è sposata a Capua con un capuano dove vive tutt’ora. E’ Presidente dell’Associazione Donne “comenoi” di Riardo.

rosa2
Racconta che molto tempo fa, durante una visita al Museo Campano, apprese di questa storia della Rosa di Capua e del suo profumo e non l’ha più dimenticata. Oggi ha avuto l’occasione di produrlo e di ridare alla nostra città, è proprio il caso di dirlo, il suo profumo originale.
Michela ha grandi progetti, dal profumo per ambiente, all’eau de toilette, alla cosmesi, tutto è pronto e quindi oggi si parte.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.