Banner
Banner
Banner

Capua : La Quinta Edizione del 'Placito Capuano', tutti i dettagli ed il programma...

Piazza dei Giudici - Cultura ed Eventi

 

Placito Capuano 1Anche quest’anno ci sarà a Capua, la rievocazione del Placito Capuano, presso il Monumento di via Principi Longobardi, voluto dall’Accademia della Crusca, è celebrata ogni anno dai Volontari del Touring Club Italiano che vantano il primato di averlo fatto conoscere e operano soprattutto a beneficio e consapevolezza storico-culturale dei Giovani.
Capua il luogo della Lingua Festival.
Come il Placito Capuano, che, nonostante i suoi 1059 anni, non invecchia mai, così il Festival Capuano della Lingua Italiana diventa sempre più giovane e interessante, nonostante sia in vita dal lontano 2005, ricco di partecipazioni prestigiose, di artisti che si esprimono nei vari linguaggi della letteratura, del teatro, dell’architettura, della musica, del cinema, delle arti visive. L’omaggio, che anche quest’anno, agli inizi di giugno, l’Associazione Architempo, guidata dall’Architetto Giuseppe Bellone, presenta alla memoria di quel lontano sorgere in Capua dei primi vagiti del volgare italiano è intenso e dotato di interessanti sorprese. Basti citare uno per tutti il nome del regista Saverio Costanzo che riceverà il “Premio Placito Capuano”, costituito da una ispirata riproduzione dell’artista Roberto Branco del monumento al Placito Capuano, fortemente voluto dai Volontari del Touring Club Italiano di Capua e dal Professore Francesco Sabatini con l’Accademia della Crusca nel 2017, per saldare ancora una volta il nome di Capua alla sua valorosa storia e al concetto indimenticabile del suo primato
Di seguito riportiamo il Programma completo della manifestazione che si terrà a Capua dal 29 Maggio al 2 di Giugno 2019

Anteprima
Mercoledì 29 e Giovedì 30 maggio 2019
# Museo Provinciale Campano Sala Liani
Convegno di Studi a cura di Capua Sacra – Università della Campania “L. Vanvitelli” Dipartimento di Lettere e Beni Culturali – Museo Provinciale Campano – Touring Club Italiano Aperti per Voi Capua
“Città di Fondazione e (ri)fondazioni di Città fra Antichità, Medioevo ed Età Moderna” (nel Programma di Capua Luogo della Lingua Festival 2019)

Programma
Il Placito Capuano e i Giovani
Sabato 1° giugno 2019
# Piazza S. Tommaso d'Aquino: - dalle 9.00 alle 13.00
• Accoglienza nella Corte Medievale con scene, musiche, danze, personaggi in costume d’epoca e lavori artistici a cura dell’I.C. “Pier delle Vigne”
• Mostra del Progetto PON Tutela del patrimonio artistico e paesaggistico: “Capua tra storia e memoria” a cura dell’I. C. “Pier delle Vigne”
• Mostra dei lavori presentati al Concorso Scolastico “Rappresenta Il Placito”
# Piazzetta del Placito: - Ore 9.30
Inaugurazione delle manifestazioni del Placito Capuano con i saluti del console del Touring Annamaria Troili e delle Autorità. Inno d’Italia: Banda musicale “P. delle Vigne”
# Chiesa di S. Salvatore a Corte:
- Ore 10.00 La principessa longobarda Adelgrima apre con un proclama le porte della “sua” Chiesa. A seguire la giornalista e scrittrice Nadia Verdile premia i vincitori della terza edizione del Concorso scolastico provinciale “Rappresenta il Placito Capuano”. Accoglienza dell’Itet “Federico II”
# Chiesa – Auditorium di Gesù Gonfalone - Ore 11.00
Concerto a cura dell’Orchestra “Giuseppe Martucci” del Liceo Musicale “Luigi Garofano”: Omaggio al Placito con musiche jazz, pop, swing e moderne
# Centro Storico
- Ore 11.00 Corteo storico degli studenti dell’I. C. “P. delle Vigne”e Liceo “S. Pizzi” lungo via Duomo, Piazza dei Giudici (esibizione degli Sbandieratori del “S. Pizzi”), via E. Fieramosca, Piazza S. Tommaso d’Aquino
# Piazza S. Tommaso d’Aquino
- Ore 12.00 Teatralizzazione della Causa del PLACITO CAPUANO” che diede origine al primo scritto in volgare italiano a cura della Compagnia Teatrale “La Mansarda. Teatro dell’Orco”. Nel marzo del 960 venne discussa all’aperto nell’area palaziale davanti alla Corte alla presenza del Principe di Capua Landolfo II, dei suoi due figli e della principessa Adelgrima, del Giudice Arechisi, dell’Abate di Montecassino Aligerno, dei Testimoni e dei Notai e di Rodelgrimo proprietario di Aquino. A chiusura il corteo con gli sbandieratori accompagna la principessa Adelgrima nel Duomo dove ritornerà nella sua tomba. Il corteo si scioglie nel quadriportico della Cattedrale
- Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16,00 alle 19,00:
le tre Chiese a Corte, San Salvatore San Giovanni e San Michele con la Mostra, sono Aperte per Voi dai Volontari del Touring.
- Dalle 17.00 alle 19.00: apertura della Reale Sala d’Armi borbonica
# Chiesa di S. Michele a Corte: - dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00
Mostra d’arte di disegni medievali SAO KO KELLE TERRE del Maestro Enzo Marino in armonia alle ore 17.00 con Simona De Luca piano e Rosario Laino violino
# A cura di Capua luogo della Lingua Festival XIV Edizione
Quadriportico della Cattedrale : - dalle 20.30
Il Premio del Placito Capuano 2019 a Saverio Costanzo, regista de “L’Amica geniale”, serie TV tratta dal best seller di Elena Ferrante, con ospiti scrittori, attori e giornalisti

Il Placito Capuano nel Centro Storico
Domenica 2 giugno 2019
# Chiesa di S. Salvatore a Corte: - dalle 9.30 alle 13.30
Banchi didattici di scrittura beneventana (quella del Placito Capuano) a cura dell'Associazione Langobardorum di BN, sulla medicina longobarda a cura dell’Archiatra Sibilia di SA e manufatti artistici sul tema della Lingua a cura ACPH.
I Volontari TCI coi Rievocatori in costume (Associazione “Gens Langobardorum” di Salerno) accompagnano i Visitatori:
> Ore 10.00 Itinerario A:
• Chiese a Corte ApV TCI S. Giovanni e S. Michele con Mostra di Enzo Marino
• Museo Provinciale Campano (apertura straordinaria) con visite guidate alle Sale dalla Mommsen alla Matres Matutae e alla Federiciana. In Biblioteca esposizione rare pergamene longobarde
• Capua longobarda: chiese SS. Rufo e S. Marcello e S. Angelo Audoaldis (esterni)
• Reale Sala d’Armi borbonica
> Ore 10.30 Itinerario B:
• Chiese a corte ApV TCI S. Giovanni e S. Michele con Mostra di Enzo Marino
• Palazzo Arcivescovile - Museo Diocesano sezione Episcopio con Mostra Tesoro medievale (Exultet, Evangelario di Alfano, pergamene, reliquiari)
• Cattedrale col Campanile
• Palazzo Fieramosca con Mostra Angelo Maisto
• Chiesa della Carità con Mostra di Mario Giacobone
• Reale Sala d’Armi borbonica
# Chiesa di S. Michele a Corte: - dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 19.30
- Ore 10.00/12.00 Inaugurazione della Mostra d’Arte di disegni medievali SAO KO KELLE TERRE del Maestro Enzo Marino, pittore scultore scrittore “che vive la vita artistica internazionale” in armonia con Duca Stefano Tommaso flautotraverso, Simona De Luca piano, Rosario Laino violino, MarLyP trio (Lorenzo De Martino, chitarra, Marianna Testa voce e Pietro Riccardi sax)
# Chiesa di S. Salvatore a Corte: - dalle 16.00 alle 19.30 Riaprono i banchi didattici della mattina.
Visita alla Capua Longobarda e non solo accompagnati dai Volontari ApV e dalle Guide dell’Info Capua Sacra (nel Duomo): Chiese a Corte ApV S. Salvatore, S. Giovanni e S. Michele con Mostra, la Cattedrale col Campanile e il Museo Diocesano con Mostra d’Arte Sacra, Palazzo Fieramosca e Chiesa della Carità con Mostre
# A seguire per Capua, il luogo della Lingua Festival XIV EdizioneCAPUA, Palazzo Fieramosca: dalle 19.00 nel cortile della casa natale di Ettore Fieramosca (sec. XIII) Ospiti (scrittori, giornalisti e attori) per il Finale del Festival.


Il Placito Capuano: cenni storici.
Comunemente conosciuto come il Placito Cassinese è in realtà un documento ufficiale contenente una sentenza emessa in Capua nel marzo del 960 a favore dell’Abate di Montecassino Aligerno che rivendicava la proprietà di un terreno in Aquino posseduto illegalmente da un certo Rodelgrimo, possidente nella stessa zona. L’Evento giudiziario si svolge, secondo il rito del diritto germanico, all’aperto, davanti al Palazzo dei Principi Longobardi, presenti le massime Autorità del Principato di Capua. Il Giudice Arechisi consente, di fronte al popolo presente, che i tre testimoni designati dall’Abate pronuncino la loro dichiarazione giurata in lingua volgare per agevolare la diretta conoscenza della questione in corso anche da chi non conosceva la lingua ufficiale, cioè il latino aulico usato nei documenti. Ma queste dichiarazioni in volgare (Sao che Kelle terre …) così vengono anche trascritte nel Placito dal Notaio capuano Atenolfo. Per questa ragione il Placito Capuano costituisce per la Città di Capua un prestigioso primato, quello di stabilire la nascita di una nuova lingua il volgare, derivante dal latino, dal quale poi deriveranno tante altre lingue dell’intera Europa. Un fatto tanto importante da indicare in Capua, la Città della Lingua. E, sempre nell’ambito del territorio del Principato Capuano altri tre Placiti verranno trascritti nel 963 a Sessa Aurunca e a Teano.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.