Banner

Capua. L’amore di alcuni volontari regala un volto nuovo al Chiostro dell’Annunziata.

Piazza dei Giudici - Cultura ed Eventi

chiostro annunziataLe luci giallastre del Chiostro dell’Annunziata ammiccano alle aiuole tosate di fresco, agli alberi potati, alla vasca centrale ripulita; elementi che assumono un nuovo volto grazie all’opera di alcuni volontari. Un’azione realizzata in silenzio, nata da chi ha voluto partecipare ad una veloce ma sana opera di maquillage di un luogo a tratti dimenticato da molti ma non da tutti. Il Chiostro dell’Annunziata, di impianto settecentesco, fu fatto costruire per volere di Carlo III di Borbone, legatissimo alla città di Capua che volle nella città di Pier della Vigna ed Ettore Fieramosca un Conservatorio gestito da religiose di clausura per accudire i malati, i senza tetto e gli orfani. Recuperato circa dieci anni fa grazie ad un riqualificazione architettonica e paesaggistica, oggi ha assunto un nuovo volto grazie alla buona volontà di alcuni giovani; Maurizio, Donato, Daniele e Francesca, questi ultimi due registi e protagonisti di un’avventura imprenditoriale dal nome “Gradivino”, che proprio all’interno dell’antico Chiostro ha collocato la sua proposta culinaria. Un esempio di cittadinanza attiva e partecipazione alla vita collettiva; gesti mossi da sensibilità ed attenzione verso un luogo della comunità.  Un’azione importante, utile e di esempio civico quella dei quattro volontari; un’opera che assume da un lato, i caratteri della sensibilizzazione alla tutela dell’ambiente e dei beni comuni e dall’altro, un fine di carattere più ampio quale il miglioramento del decoro cittadino, per un contesto urbano che si spera possa diventare presto fucina di iniziative culturali e commerciali, col contributo “verde” dell’aree in cui dimorano, oggi, così come è stato in un tempo assai lontano e rarefatto della memoria, piante officinali ed aromatiche.  Oggi il Chiostro dell’Annunziata è anche punto di incontro dei ragazzi delle tante scuole superiori che aspettano il suono della campanella ma anche approdo di turisti e storie umane, sotto le sue volte, testimoni di vocazioni, speranze e qualche amore clandestino.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.