La Croce Rossa festeggia i 150 anni. A Capua le iscrizioni per il corso per "volontario"

Piazza dei Giudici - Cultura ed Eventi

croce rossa italianaOggi ricorre il 150° anniversario della Croce Rossa Italiana

 Ecco la storia:

Nel giugno 1859, un uomo d'affari Ginevrino, Jean Henri Dunant, si stava recando per questioni connesse alla sua professione, presso Solferino. Ivi giunse il giorno 24 mentre ancora infuriava una cruentissima battaglia tra l'esercito Franco Piemontese e quello Austriaco.

 

Profondamente colpito dalla vista di tanto orrore e tanta sofferenza, decise di rendersi utile come potè, organizzando con l'aiuto del Curato, delle donne e dei Bambini di Solferino, un' improvvisata azione di primo soccorso per i soldati feriti che, sotto il caldo sole del 24 giugno, giacevano inermi, abbandonati e morenti sul campo di battaglia. Dunant, nel darsi da fare andava ripetendo "Tutti Fratelli", come a sottolineare che sia i soldati Franco-Piemontesi, che quelli Austriaci, fossero anzitutto uomini feriti, prima che soldati volendo così evidenziare la necessità di prendersi cura di chi ha bisogno, a prescindere dall'uniforme, dalle idee, dai principi, dalla nazionalità, ecc ecc.

I concetti sovraesposti, riassumibili oggi come "neutralità del ferito ed imparzialità del soccorso", tuttavia, non nascono con Dunant a Solferino nel 1859, bensì, molto prima, molto più vicino a noi, da una brillante mente Capuana: Ferdinando Palasciano.

Chirurgo di fama europea, nel suo discorso all'Accademia Pontaniana già nel 1861 fece presente che «I feriti, a qualsiasi esercito appartengano, sono ...sacri e non possono essere considerati come nemici», e «Il mio dovere di medico è più importante del mio dovere di soldato». L'affermazione di questi stessi principi già qualche anno prima gli erano costati per mano del Generale Filangieri la condanna a morte commutata poi dal Re Ferdinando in un anno di detenzione.

Ferdinando Palasciano, quindi, viene considerato a pieno titolo e non a caso un precursore degli ideali che ispirarono la nascita, come vedremo, della Croce Rossa e per questo nel giugno prossimo si susseguiranno una serie di eventi organizzati dal Comitato Provinciale CRI Caserta, sul territorio di Capua.

Nel 1862, Dunant riporterà in un libricino intitolato "un Souvenir de Solferino" quanto da lui visto e vissuto a Solferino. Questo volumetto, stampato in 1200 copie, a proprie spese, fece il giro delle Corti Europee dell'epoca, suscitando sdegno e commozione per l'orrore della guerra ma ancor di più per la triste fine dei soldati, uomini valorosi, strenui difensori della Patria, per cui non era previsto né normato un soccorso organizzato.

Con l'aiuto di altri 4 Ginevrini Dunant organizzò una serie di Conferenze, giungendo nel 1864 alla stesura della Prima "Convenzione di Ginevra sulla sorte dei feriti di campagna", che richiama alla tutela dei feriti delle battaglie campali. L'articolo 7 della I Convenzione del 1864, prevede che una croce rossa in campo bianco venga posta su di un bracciale per distinguere e proteggere i soccorritori sui campi di battaglia.

Nasce quindi l'emblema di Croce Rossa che, in onore alla nazionalità svizzera di Dunant, viene creato semplicemente invertendo i colori della bandiera Svizzera.

Ma con la Convenzione, nasce anche il Diritto Internazionale Umanitario, che sin da allora tutela i combattenti feriti e che con le successive seguenti convenzioni del 1949 tutelerà oltre che i feriti di terra e di mare, anche i prigionieri di guerra ed i civili in tempo di conflitti armati, e questo sia nei conflitti armati internazionali che in quelli non internazionali (protocolli del 1977).

E sempre nel 1864 nasce anche la Croce Rossa Italiana che il 15 giugno prossimo compirà 150 anni.

In onore quindi di J.H. Dunant, nato l'8 maggio del 1828,la Croce Rossa tutta, nei 187 Paesi del mondo in cui opera e presta aiuto e soccorso a chi ne ha bisogno, festeggia oggi il proprio compleanno, nella Giornata Mondiale di Croce Rossa. I volontari CRI chiamano la ricorrenza "compleanno" e non anniversario perché la Croce Rossa oltre che un'Associazione è un ideale vivo, che cammina sulle gambe di 20 milioni di persone che prestano la loro opera volontariamente in tutto il mondo!

TUTTI COLORO CHE SONO INTERESSATI ALLE ISCRIZIONI PER IL CORSO PER VOLONTARIO DELLA CRI TROVANO TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI NEL SITO WEB  http://www.cricapua.onweb.it/

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.