Carnevale, arrivano le “cicuzze” di Ferrara e i politici tremano

Piazza dei Giudici - Cultura ed Eventi

Non c'è carnevale senza cicuzze. Così, anche quest'anno, si rinnoverà l'appuntamento con la satira pungente di Camillo Ferrara. L'appuntamento è per sabato 1° marzo, alle ore 18, nel Salone Municipale. 'Le mie "Cicuzze - afferma Ferrara - servono a punzecchiare gli animi sopiti e a suonare la carica per combattere non solo l'inerzia degli amministratori di turno ma anche e soprattutto per respingere gli assalti continui di quelli che vorrebbero vedere Capua del tutto distrutta e assoggettata'. Sono quindici anni che Ferrara, ex amministratore comunale, si diletta a scrivere e a recitare le "cicuzze" e di anno in anno il successo è crescente. "Quindici! Tanti sono gli anni che sono passati dal febbraio 2000, quando mi cimentai per la prima volta nella stesura delle "Cicuzze" per l'Edizione del Carnevale di Capua di quell'anno. L'attore Giulio Adinolfi, all'epoca direttore ed organizzatore del Carnevale, mi invitò caldamente a scriverle perché qualche buono amico gli aveva riferito del mio "vizietto"di comporre versi satirici in rima baciata, specialmente quando qualche evento, bello o brutto, colpiva in modo particolare la mia attenzione e stimolava la mia fantasia". Le cicuzze sono state recitate, in passato, anche da artisti come Giacomo Rizzo, Leopoldo Mastelloni e Antonio Allocca. A temere di finire nel "mirino" di Ferrara sono soprattutto i politici e, a quanto pare, anche quest'anno nessuno sarà risparmiato.

"PILLOLE" DI CICUZZE:

Benerice Capua nosta , o Signore ,

aiutala Tu , o sino' se ne more,

e appriess ' a essa more pure na storia

ca ll 'ha dato pe' secule unore e gloria !

 

Nemo profeta in patria, dicevano 'e latine

e 'stu ditto e' de casa 'nt''a 'st' antica Regina

ca e' stata pe' secule na bella zuppiera

addo' c 'azzoppan' 'o ppane primm' 'e furastiere.

 

Ma Capua e' spirata p''e tribulazione

ca ll' ha rato 'a cunfrata 'e ll'antico buttone

e parte 'e 'stu populo ca p'ave' 'a razione

s' ha svennuto 'a dignita', acalann' 'o cazone.

Nu conta cchiu' niente pe' mmano 'e putiente

 

'a storia e 'a dignita' 'e tutta 'sta gente ,

pure Della Vigna ,Fieramosca e Palasciano

se ll' hanno jucate a sottamano. !

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.