L'Idv: "L'amministrazione sta svendendo il patrimonio comunale"

Piazza dei Giudici - Cronaca

scaleranicola.jpgL'amministrazione comunale sta svendendo il patrimonio dell'ente e, quindi, di tutta la collettività. L'ultimo "caso" è rappresentato dai lavori per la realizzazione di marciapiedi e di una piazzetta a Sant'Angelo in Formis, pagati, tra l'altro, attraverso la "cessione" di beni pubblici. Una prassi che, seppur in linea con le indicazioni del governo, non trova d'accordo il Circolo locale dell'Italia dei Valori che infatti non appoggia Monti. "Per essere chiari – afferma Nicola Scalera - se pure noi dovessimo vendere e non svendere un bene del patrimonio cittadino, cercheremmo di farlo almeno con un'asta pubblica per il miglior offerente e non con un'operazione di baratto di palazzi e terreni in cambio di marciapiedi e piazzette". L'Idv evidenzia, inoltre, come la maggioranza non va d'accordo su nulla e prosegue il suo percorso al governo della città tra insulti personali a colpi di manifesto, rivendicazioni delle deleghe amministrative e con un partito, il Pdl, che da un lato lotta al fianco dei movimenti contro il gassificatore e dall'altra appoggia l'amministratore. Tanti nodi che – come evidenzia Scalera – alla fine vengono al pettine. "L'ultimo dei nodi – afferma Nicola Scalera - è l'affare Udc. Il partito centrista da mesi ha perso il suo consigliere esperto di bilancio (Pasquale Frattasi ndr), l'unico consigliere comunale con i titoli accademici in regola per occuparsi seriamente di risanamento del bilancio comunale. Oggi lo stesso partito si ritrova a dover disconoscere il suo Assessore (Gaetano Ferraro ndr), reo di essere legato più alla sediola che al partito che su quella sediola lo ha fatto sedere. In questo guazzabuglio intricato di personalismi e di "pezze a colori" figuriamoci come e quale programma si potrebbe mai mettere in pratica, figuriamoci come e quando si potrebbe mai fare qualcosa per il bene della città". L'Idv richiama, ancora una volta, l'attenzione sul gassificatore sul quale non si è riusciti a far pronunciare i consiglieri e le decisioni sono state prese da pochi. "Tutto legale – prosegue - ma sicuramente tutto molto poco "trasparente" e poco partecipato dai cittadini. Al momento infatti sono state ignorate le istanze e le proposte consegnate per iscritto e protocollate in occasione del Consiglio Comunale aperto". L'Idv si augura che venga preso il momento del cambiamento e che chi riceve le critiche farebbe bene a riflettere su di esse. "Accettare le critiche – conclude - è indice di mente aperta e può servire solo a migliorarsi. Farebbe bene quindi, chi amministra la città, a non travisare i nostri discorsi per farli diventare attacchi personali, perché non lo sono".

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.