Il PDL: "Ecco i motivi delle dimissioni del nostro assessore"

Piazza dei Giudici - Cronaca

pdl_logo.jpgIl Popolo delle Libertà ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa, i motivi che hanno spinto il partito a ritirare il proprio assessore, Antonio Minoja, dall'esecutivo guidato da Carmine Antropoli. "E' stata una scelta – afferma Carmela Del Basso, coordinatrice cittadina degli azzurri – maturata dopo che abbiamo riscontrato che sull'attività amministrativa non era garantita la partecipazione e la condivisione da parte di tutte le forze politiche. Come PDL abbiamo chiesto più volte di discutere insieme le scelte da fare, purtroppo, però, non c'è stato alcun riscontro alle nostre richieste". La Del Basso elenca alcuni degli argomenti, di particolare rilevanza per la città, che in qualche modo l'amministrazione ha adottato senza la condivisione di tutta la maggioranza, come i bilanci consuntivi e preventivi e il gassificatore. Su quest'ultimo argomento, il PDL aveva avanzato proprie proposte nell'ottica di assicurare la massima trasparenza. "Abbiamo chiesto che i singoli consiglieri – afferma - esprimessero la loro posizione sull'impianto, ma anche questa nostra richiesta non è stata accolta. Solo il Pdl ha dimostrato che l'inceneritore è inopportuno e inidoneo, ma, quello che voglio evidenziare è che su quest'argomento ci doveva essere un maggior coinvolgimento dei cittadini e della società civile perché la politica vuol dire partecipazione e condivisione. Se non ci sono questi due elementi, non c'è la politica". Il Pdl ha ribadito il proprio appoggio al sindaco auspicando che la politica ritorni ad assumere quel ruolo importante nel tracciare le linee programmatiche e di indirizzo nell'azione amministrativa mettendo da parte, invece, tutti gli aspetti puramente gestionali. "Continueremo ad appoggiare il sindaco – prosegue Del Basso – e comprendiamo le sue difficoltà nel gestire una maggioranza molto ampia dove c'è qualche forza politica che ha assunto un ruolo di egemonia condizionando gran parte dell'attività amministrativa. Ora, però, ci aspettiamo un cambiamento nel modo di amministrare". Il Pdl, dunque, si mostra propositivo ed auspica un'inversione di rotta da parte del primo cittadino al fine di garantire una sorta di "pari dignità" tra tutte le componenti dell'amministrazione. "Il problema c'è – prosegue la Del Basso – ed è da tempo che lo stiamo evidenziando ed oggi registriamo, alla luce del documento presentato dall'Udc, che non siamo i soli. Quando abbiamo posto alcune questioni, su deleghe non nostre, lo abbiamo fatto perché volevamo contribuire a risolvere i problemi ed, invece, qualcuno in tutto questo ha visto una sorta di azione d'interferenza". Il Pdl ha annunciato l'imminente apertura di una sede cittadina dove – come hanno sottolineato gli esponenti presenti – poter coinvolgere maggiormente i cittadini ed in particolare i giovani. "La politica – ha concluso la Del Basso – deve ritornare protagonista". Alla conferenza stampa sono intervenuti il capogruppo consiliare Salvatore Caruso e l'ex assessore Antonio Minoja. Assente, invece, il consigliere Giuseppe Chillemi che non aveva condiviso la scelta del partito di ritirare l'assessore. Il consigliere – come ha confermato la Del Basso – resta nelle fila del Pdl.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.