Intervista al sindaco Antropoli (da Notix.it)

Piazza dei Giudici - Cronaca


antropoli.jpgQuesta è la seconda consiliatura, cosa è stato fatto e cosa c'è ancora da fare per Capua?

Tra la prima e la seconda consiliatura abbiamo fatto circa 40 opere pubbliche e abbiamo fatto partire quelle che erano bloccate da anni come il parcheggio sotterraneo, il contratto di quartiere, la gara per il cimitero. Abbiamo sistemato piazze importanti e grandi della città di Capua. L'obiettivo della nostra seconda consiliatura certamente è quello del risanamento delle casse comunali che già abbiamo iniziato con il nostro primo mandato. Non abbiamo fatto un debito

fuori bilancio! Solo grazie ad un contenzioso tra il Comune e la ditta che ha realizzato il Centro Polivalente si è chiuso l'arbitrato a 1 milione e 200mila euro e questo ha contribuito l'anno scorso ad andare in difficoltà con il patto di stabilità. Un neo? Abbiamo un'evasione del 40% dei tributi locali da parte dei cittadini.

Si può fare il Sindaco restando fuori da certe logiche senza scendere a compromessi?

Si può fare. Capisco Renata Polverini quando parla, molte volte un politico ha degli obiettivi importanti da portare avanti e da raggiungere e poi c'è qualche consigliere che vi ricatta sulle sciocchezze, su cose banali e si mette di traverso. A Capua non si faceva il piano regolatore da 40 anni e io con la mia maggioranza ci sono riuscito, bisogna mettere a volte sulla bilancia obiettivi e traguardi importanti con delle banalità.

E questa storia del Gassificatore?

È un obiettivo nobile quanto il mare... La Regione Campania è sotto sanzione della Comunità Europea di 500mila euro al giorno per un totale di 175 milioni di multa all'anno. Quella del gassificatore è un'operazione limpida a 360 gradi, il terreno dove sta per sorgere la struttura è interamente di proprietà comunale. Il Piano Regionale dei Rifiuti prevede un gassificatore in provincia di Caserta. Io e la mia amministrazione siamo stati sempre per gli impianti di smaltimento che trattano i rifiuti piuttosto che per le discariche del tal quale. Zinzi lo propose a Marcianise, la cui popolazione si ribellò a questa scelta. Io a quel punto mi proposi con una missiva alla Provincia, individuai un'area per la costruzione del gassificatore nella zona industriale di Capua, a ridosso del Cira, di circa 30mila metri quadrati di terreno.

Quali i vantaggi per i cittadini e per il Comune?

Come Comune siamo arrivati al 50% di raccolta differenziata con l'obiettivo di arrivare al 70% nel breve periodo. Per la costruzione dell'impianto sul nostro territorio la Regione Campania dà un ristoro di 350mila euro annui al nostro Comune. Sottoscrivemmo un contratto privato in cui la Provincia s'impegnava nel bando di gara ad assicurare al Comune di Capua il 5% delle royalties sulla vendita dell'energia elettrica prodotta. Un impianto come quello di Capua di 90mila tonnellate produce con o senza contributo (Cip 6) dai 9 ai 27 milioni di euro di energia elettrica. Inoltre dalle 1000 alle 2000 tonnellate di indifferenziato prodotte dai cittadini di Capua saranno trattate gratuitamente dal gassificatore con un risparmio dai 500 mila al milione di euro annui. I cittadini andranno a pagare la metà della Tarsu! In totale il Comune per 15 anni introiterebbe dai 30 ai 45 milioni di euro.

Come mai qualcuno anche interno alla sua maggioranza si è schierato contro la costruzione del gassificatore?

Abbiamo una maggioranza di 15 consiglieri su 16. Durante la campagna elettorale per il nostro secondo mandato nel nostro programma inserimmo la costruzione di possibili impianti del trattamento di rifiuti sul nostro territorio. Il Piano Regionale dei Rifiuti, votato all'unanimità da tutto il Gruppo Regionale del Pdl, prevede la costruzione del gassificatore a nord di Capua. Due possibili erano le soluzioni adatte, Capua o Pignataro Maggiore. Mettemmo a disposizione della Provincia i nostri suoli ma misteriosamente qualcuno, disapprovando la nostra scelta, si mise di traverso. Facemmo un consiglio comunale aperto sul tema gassificatore: oltre i no global di Pignataro e Sparanise vennero 70 persone di Capua, per lo più curiosi.

Il sindaco Antropoli e il suo impegno politico

Ho fatto due volte il consigliere provinciale nel 2000 e nel 2005. Nel 2006 mi candidai a Sindaco quando il centrodestra perdeva dappertutto e vinsi le elezioni. Alle elezioni regionali del 2010 appoggiai la candidatura di Peppe Sagliocco. Mi ripresentai nel 2011 e vinsi con il 78% dei voti e lì iniziarono non pochi problemi con una parte dei miei consiglieri di maggioranza. Il giorno dopo la mia seconda riconferma qualcuno tentò il colpaccio, voleva forse farmi cadere, con un voto solamente non ci riuscì. Ma questa è un'altra storia. Il Pdl in Campania in questo momento ha 50 parlamentari. In questo scenario politico il partito oggi non supererebbe il 20%. Mi rifiuto di pensare che non si voglia fare un rinnovamento. In provincia di Caserta bisogna ancora di più rinnovare la classe dirigente, ho scritto ai vertici del mio partito per chiedere questo ma dalle premesse precongressuali tra candidature e dichiarazioni stampa intravedo che la musica stenta a cambiare. Ribadisco, senza un rinnovamento totale resto fuori da certe logiche, sono un uomo del Pdl e resto a disposizione del partito!

Aspirazioni... aspetta una candidatura importante?

Dopo 9 anni di consigliere provinciale, dopo aver fatto il primo cittadino rieletto al secondo mandato, penso che sia legittimo aspettarsi che il partito si possa affidare ad un sindaco che ha fatto bene sul territorio, inoltre sono anche compatibile... Capua è sotto i 20 mila abitanti! Sono sempre il sindaco che ha fatto risparmiare 500mila euro al giorno alla Regione Campania!

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.