Niente fondi, libri scolastici a pagamento. Insorge il Pdl

Piazza dei Giudici - Cronaca

Antonio MinojaLe famiglie capuane corrono il rischio di doversi sobbarcare le spese per l'acquisto dei libri di testo per le scuole dell'obbligo. Il Comune, infatti, non avrebbe i fondi necessari per assicurare agli studenti la gratuità dei libri come sostiene il Pdl. "I fondi a disposizione - affermano dal Coordinamento del Popolo delle Libertà - c'erano. A questo punto paventiamo il fatto che questi fondi, dedicati ai libri siano stati impiegati per far fronte ad altre situazioni". La situazione ora rischia di ripercuotersi sulle famiglie capuane che saranno costrette a sborsare di tasca propria i soldi per acquistare i libri. Le cartolibrerie, che in questi anni hanno sottoscritto la convenzione con il Comune per la fornitura dei libri, dietro presentazione di apposita cedola, aspettano ancora di ricevere una buona parte dei fondi dello scorso anno scolastico pertanto sembra piuttosto difficile che possano assicurare un ulteriore apertura di credito verso l'ente. Il Pdl, che fino a qualche settimana fa aveva la delega alla pubblica istruzione, è particolarmente critico su questa situazione. "Per evitare - afferma l'ex assessore Antonio Minoja - quanto accaduto lo scorso anno, il mio assessorato si era mosso per tempo, invitando gli uffici competenti ad intraprendere le azioni necessarie per l'impiego dei fondi che, voglio sottolinearlo, sono dedicati a quella finalità. Purtroppo alle mie richieste non è giunta alcuna risposta". Minoja che da una settimana non è più assessore, unitamente al Pdl cittadino, muove critiche all'operato dell'apparato comunale. "La situazione è drammatica - afferma - perchè se non si riuscirà a trovare i fondi necessari i cittadini pagheranno le conseguenze di queste inefficienze". Il Pdl apre poi una questione squisitamente politica. "La vicenda dei buoni libro - afferma il Coordinamento cittadino - è il segnale che quanto denunciavamo da tempo era vero. Da mesi auspicavamo un cambio di rotta nel modo di amministrare e ciò non è avvenuto". Sulla vicenda si registra anche la presa di posizione del consigliere del centrosinistra Tonino Gucchierato. "L'amministrazione comunale - - afferma - si trova in una posizione di stallo totale. Non si affronta la questione del bilancio consuntivo e quella del previsionale. E, nell'attesa che in città piovano i milioni di euro, magari per il gassificatore o per altre opere o interventi, invito gli amministratori ad attivarsi tempestivamente per trovare i fondi da destinare all'acquisto dei libri scolastici". La delega alla pubblica istruzione (e tutti i problemi connessi), dopo le dimissioni di Minoja, è nelle mani del sindaco Carmine Antropoli che in questi giorni ha dato mandato alla consigliera del Nuovo Psi Anna Maria Fusco di occuparsi del settore. Questo in attesa di una più ampia ridistribuzione delle deleghe. Gli amministratori, alla luce di quanto evdidenziato dal Pdl, dovranno ora chiarire questo piccolo "giallo" sui fondi che sarebbero stati impiegati diversamente e reperire risore per far fronte a questa ennesima "emergenza". Occorre garantire, infatti, ai bambni delle scuole dell'obbligo la gratuità dei testi scolastici.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.