Comitato Civico sui Rifiuti le "perplessità" dell'Idv

Piazza dei Giudici - Cronaca

Nicola ScaleraL'Italia dei Valori interviene sulle dimissioni di due componenti del Comitato Civico a Supporto del Ciclo Integrato dei Rifiuti organismo costituito recentemente dal sindaco Carmine Antropoli. "Le nostre perplessità – afferma Nicola Scalera, coordinatore cittadino dell'Idv - sul "Comitato civico a supporto del ciclo integrato dei rifiuti" hanno trovato una rapida conferma: due componenti del Comitato si sono già dimessi, come hanno riferito gli stessi esponenti della Provincia nel secondo incontro del 10 scorso". A dimettersi sono stati Giovanni Alfano e Nicola Caramuta. Al loro posto il sindaco ha prontamente nominato Antonio Izzo, candidato alle scorse elezioni per l'Udeur e responsabile cittadino del partito e Rosario Dores. Quest'ultimo è stato, negli anni ottanta, esponente della Democrazia Cristiana. "Al momento – prosegue Scalera - non sono noti i motivi che hanno portato alle dimissioni. Quello che è invece chiaro è il segnale di imbarazzo interno alla maggioranza cittadina che ha preso decisioni evitando accuratamente il dovuto coinvolgimento dei cittadini. Il Consiglio Comunale aperto dello scorso Maggio è stata una "pubblica rappresentazione" svuotata però di ogni potere decisionale e anche le proposte indirizzate all'Ammistrazione tramite l'Ufficio Protocollo sono state ignorate senza alcun pudore. Un'arroganza del potere che non ha eguali e nulla a che vedere con le più elementari regole della democrazia. Per restare nel merito del Comitato: il nome che gli è stato assegnato di essere "a supporto del ciclo integrato dei rifiuti" non corrisponde per nulla con gli obiettivi (banali) di dover seguire l'iter della "pratica" gassificatore, come dichiarato dalla stessa Provincia all'insediamento. Anche questo è un aspetto che consideriamo gravissimo, per il quale il Comune di Capua e la Provincia di Caserta sono complici alleati nel buttar fumo negli occhi dei cittadini". Il Comitato di Controllo fino ad oggi si è riunito due volte presso la sede della Provincia. Nel corso dell'ultima riunione c'è stata anche una contestazione da parte di qualche esponente del Movimento "No Gas". Oltre ad Izzo e Dores, freschi di nomina, nel Comitato figurano Giuseppe Del Mese, ex consigliere comunale del Pdl, componente del direttivo provinciale di Futuro e Libertà; Camillo Ferrara, ex consigliere ed assessore comunale; Giovanni Di Cicco, preside dell'Istituto "Luigi Garofano Venosta", ex consigliere e vice sindaco; Giuseppe Mazzarella ex assessore, Giuliano Donadio, Rossano Schiavone, Giuseppe Frisella, e Antonio Pascarella. Il Comitato è stato istituito anche in esecuzione ad una legge del 2001 a seguito della "Convenzione di Aarhus" del 1998 della Comunità Europea. Secondo quanto prevede tale convenzione, devono essere garantiti l'accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico ai processi decisionali e l'accesso alla giustizia in materia ambientale, al fine di assicurare il diritto, delle attuali e delle future generazioni, a vivere in un ambiente adeguato alla propria salute e al proprio benessere e che in materia ambientale, ci deve essere un migliore accesso alle informazioni ed una più efficace partecipazione pubblica ai processi decisionali. Tutto questo può contribuire a migliorare la qualità e l'applicazione delle scelte, contribuire alla consapevolezza diffusa riguardo alle tematiche ambientali, fornire all'opinione pubblica l'opportunità di esprimere le proprie necessità e permettere alle Amministrazioni di prendere atto di tali preoccupazioni. Ora il Comitato è atteso alla prova dei fatti.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.