Le segnalazioni - Amianto abbandonato in alcune zone della città

Piazza dei Giudici - Cronaca

amianto abbandonatoLa strada che conduce al CIRA il Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali è diventata una discarica a cielo aperto. E non si tratta di rifiuti solidi urbani bensì di amianto. Si tratta di alcune lastre lasciate nei pressi del ciglio della strada e, alcune, appaiono lacerate in diversi punti. L'amianto, come sostengono gli esperti del settore, non è nocivo se le latre sono integre ma il pericolo per la salute e l'incolumità pubblica diventa concreto quando le microparticelle si diffondono nell'aria. Lo sversamento abusivo di amianto sul territorio di Capua e Sant'Angelo in Formis sta diventando una vera e propria emergenza. Un'altra segnalazione al nostro quotidiano riguarda un cassonetto della spazzatura posizionato nei pressi dell'ingresso del cimitero di via Cappuccini. Anche in questo caso, all'interno, c'è la presenza di lastre di amianto. Qualche settimana fa a denunciare la presenta di queste microdiscariche e di situazioni simili è stato l'ex consigliere comunale Gaetano iannotta che ha posto una serie di interrogativi agli amministratori. In due distinti interventi, il sindaco Carmine Antropoli e il consigliere delegato all'ecologia Marco Ricci, hanno assicurato che le situazioni "denunciate" da Iannotta con due manifesti è stata da tempo risolta. Sul resto del territorio, però, come dimostrano le continue segnalazioni l'emergenza continua. Lo smaltimento dell'amianto ha costi particolarmente alti e i privati preferiscono disfarsene in modo illegale, rischiando, così come prevede la legge multe salatissime e una denuncia penale. Evidentemente i controlli, che pure l'amministrazione ha detto di aver messo in atto, sono insufficienti visto che ormai quotidianamente ci sono segnalazioni di sversamenti abusivi. Qualche giorno fa c'è stata una segnalazione nella zona di via dei giardini nei pressi del popoloso "Parco verde" mentre oggi gli avvistamenti riguardano due zone periferiche della città: via Maiorisi nella zona di Porta Roma e via Cappuccini al confine con il comune di Santa Maria Capua Vetere. E proprio le zone di periferia, lontane da occhi indiscreti e scarsamente frequentate da pedoni e automobilisti, sono le preferite dai cittadini incivili che, sicuri di farla franca, attentano all'ambiente e alla salute dei cittadini. L'amministrazione dovrà ora necessariamente mettere su una sorta di task-force intensificando i controlli su tutto il territorio. Il settore ecologia ha messo su strada una serie di "pattuglie" per il controllo ambientale e si spera che questa attività possa diventare un valido deterrente per chi delique. I risultati dei controlli fatti fino ad oggi non sembrano aver dato risultati particolarmente positivi visto lo scarso numero delle multe elevate.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.