Il libro di Patturelli ritorna al Museo Campano

Piazza dei Giudici - Cronaca

museo campanoUn caleno compra un libro antico in un negozio di antichità a Roccamonfina, poi scopre che è stato sottratto dalla biblioteca del Museo Provinciale Campano e lo riconsegna al bibliotecario della biblioteca capuana. E' successo giovedì scorso che il preside Mesolella, dando uno sguardo ai libri in vendita presso un negozio di oggetti antichi nei pressi della piazza comunale, compra un libro in copia anastatica del 1826, pubblicato a Napoli dalla Stamperia reale. Il libro "Caserta e San Leucio" era stato scritto dal grande architetto Ferdinando Patturelli. Un libro dedicato a D. Antonio Sancio, Cavaliere dell'Ordine Costantiniano e amministratore dei Reali Siti di Caserta, Calvi e San Leucio. Nel testo, noto agli studiosi, il grande architetto, descrive gli appartamenti reali, le statue, i bassorilievi, i boschi, le cappelle, i casini reali, le condotte d'acqua. Una descrizione, dettagliata ed interessantissima sulle bellezze casertane. I libro in particolare descrive il Palazzo Reale e la Real Colonia di San Leucio, nei minimi particolari, ma anche il Real Boschetto, il Real Giardino inglese, i Reali Ponti della Valle, le feste borboniche e le divisioni ideate dall'architetto Vanvitelli. E poi le fontane, i giardini, gli stradoni, le iscrizioni, le leggi, le statue, i marmi, i ponti, perfino la pagoda cinese del Giardino inglese, le peschiere, i quadri, i quadretti attaccati alle pareti del gabinetto del Re nel Real appartamento vecchio ed i pensieri dell'architetto Vanvitelli intorno alle reali delizie di Caserta non eseguiti. Il libro, dicevamo, porta sul dorso due timbri: quello dell'amministrazione comunale di Caserta e quello della biblioteca del Museo provinciale Campano di Capua. La prima infatti aveva donato questa copia anastatica del libro del Patturelli al Museo capuano. La copia originale, aveva un "prezzo fisso" di 6 carlini e, come si legge sul dorso del libro, si vendeva in Napoli, presso i librai Marotta e Wanspandoch, in largo S. Domenico Maggiore..da Mautone a fianco al Real Teatro san Carlo n. 12 e in Caserta presso il Custode di quel Real Palazzo signor D. Ferdinando Pellegrino. Come mai sia arrivato a Roccamonfina, tra i libri in vendita in uno scatolo a cinque euro, è difficile dirlo. A svelare il "giallo" è lo stesso rivenditore precisando che in realtà si tratta di una copia anastatica stampata presso uno stabilimento tipografico. Le copie in circolazione sono tantissime e tutte recano il tmbro del Museo Campano. In realtà, quindi, si tratta di copie "fedeli" del testo originale.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.