Banner

Capua. Rione Carlo Santagata: lavori fermi da mesi. I residenti: si rischia di perdere quello già fatto...

 

1      Si rischia di perdere tutti i lavori fatti fin'ora. E' questa la paura di molti residenti del Rione Carlo Santagata.
Una situazione di stallo, sin dall'insediamento della giunta Centore, che non trova via di sbocco.
Come spesso accade in questi casi, i lavori di ritrutturazione erano quasi terminati, o meglio, il grosso era stato fatto, ma da mesi, la questione è ancora aperta in quanto la ditta attende l'ultima trance di fondi per il completamento dell'opera, costata milioni di euro.
La stessa ditta, infatti, sin dai primi di luglio dell'anno scorso, avrebbe scritto all'Ente Comune, senza ricevere alcuna risposta circa il completamento del pagamento.
Occorre sollecitare -dicono i residenti- le istituzioni coinvolte, in primis il Comune di Capua, in quanto i fondi necessari -continuano dicendo i residenti- ci sono e devono essere solo sollecitati presso il Ministero.
Tra l'altro, il rione, sta diventando un vero tugurio a causa delle erbacce che crescono a dismisura intorno alle opere realizzate e pronte per l'assegnazione, in più cumuli di spazzatura e soprattutto materiali di risulta accantonati in ogni angolo del quartiere, dalla ditta appaltatrice, insomma, un abbandono inspiegabile.
Una nuova grana, dunque, per la Commissaria Tortelli, ma vista la sua esperienza in campo amministrativo, potrebbe in tempi brevi sbloccare tale situazione di degrado, restituendo dignità ad un quartiere non tanto periferico della città.
I residenti del Rione Carlo Santagata chiedono, in loro comunicato, l'intervento dei sub-commissari e della Dott.ssa Tortelli per lo sbroglio della matassa.

 

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.