Banner

Capua. Nessundorma 2018: le risultanze dell'evento presso la Chiesa di San Salvatore a Corte

Piazza dei Giudici - Cronaca

 

nessundormaconferenzaEra prevedibile che gli scout di Capua non concludessero l'attivita della notte green, "Nessun Dorma" senza condividere con la città le risultanze dell'evento.
Così, venerdì, con inizio alle ore diciotto, nella chiesa di San Salvatore a Corte ci sarà l'incontro con l'Agesci, o meglio la comunità capi del gruppo Capua due.
Il bilancio della manifestazione è gli impegni futuri, in linea con quanto ha generato "Nessun Dorma", saranno in sintesi gli obiettivi in argomento.
Gli scout di Capua hanno fatto proprio il messaggio di Papa Francesco sul discernimento, ed hanno intrapreso un percorso. “Nessundorma green” è stata la risposta all’analisi del territorio cittadino da parte della comunità capi: è evidente che il degrado ambientale è un problema molto ampio, ma c’è ancora tanto, soprattutto nell’atteggiamento culturale dei cittadini, che può essere migliorato. “Nessundorma green” è stato solo l’inizio: due giornate all’insegna dell’ecologia per far riflettere i cittadini e invogliarli a prendersi cura della loro città ,aldilà delle possibili mancanze delle istituzioni. La prima giornata di formazione-informazione del cittadino, ha visto intervenire vari esperti nell’ambito del riciclo, del riuso, della riduzione e del recupero; la piazza è stata sensibile alle tematiche trattate e sono stati diversi gli interventi di chiarimento da parte dai cittadini a questi esperti. La seconda giornata ha visto protagonista un evento il cui scopo era quello di sollecitare la partecipazione dei cittadini, anche in modo festoso, a riprendere possesso della propria città, con l’idea che, anche senza disporre di fondi cospicui, è possibile fare qualcosa per Capua, avendo a cuore come unico interesse il risveglio delle coscienze, la cura del territorio, la vivibilità della città e, perché no, uno stimolo per tutte le attività commerciali. Non è stato facile, poiché le difficoltà incontrate non sono state poche. Molti, invece, quelli che hanno sostenuto l'iniziativa, mettendo a disposizione della città le proprie competenze ed anche un contributo economico, in primo luogo acquistando la mascotte, Tina la shopperina.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Reportage

Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.