C’è un “candidato” di troppo per la Commissione Comunale per il paesaggio

Piazza dei Giudici - Cronaca

Particolare del Palazzo del GovernatoreC’è un “candidato” di troppo per la Commissione Comunale per il paesaggio. Dalla maggioranza di centrodestra, infatti, sono saltati fuori ben quattro nomi per il nuovo organismo, sui tre a disposizione. La commissione, in effetti, prevede quattro componenti ma uno deve essere, così come prevede la legge, riservato alla componente della minoranza. Ma chi sono i quattro professionisti scelti dalle varie componenti politiche che sostengono Carmine Antropoli? Eccoli. Si tratta di Luca Pennacchia sul quale ci sarebbe la convergenza del Nuovo Partito Socialista e di Capua Fidelis; Amedeo Iocco, figlio dello storico esponente della Democrazia Cristiana, Dino, che sarebbe appoggiato dall’Udc; Giovanni Mazzarella, già assessore della precedente giunta Antropoli, sul quale sarebbe convergente la componente di Capua per La Libertà; Francesco De Lucia, ex consigliere comunale durante l’amministrazione di Alessandro Pasca di Magliano. Su quest’ultimo “punterebbe” il Popolo delle Libertà. Uno dei quattro professionisti, però, dovrà essere “sacrificato”. Ma è su questo punto che potrebbe consumarsi una nuova e lacerante divisione tra le forze della maggioranza. L’unico dei quattro che sulla carta potrebbe spuntarla con sicurezza è Luca Pennacchia visto che le forze consiliari che lo sosterrebbero (Npsi e Capua Fidelis) hanno la forza complessiva di cinque consiglieri. Tutti gli altri, invece, si fermerebbero a tre. Ed ecco che in questo contesto il Nuovo Psi potrebbe assumere il ruolo di ago della bilancia e far convergere uno dei suoi voti su uno degli altri tre “candidati”. E’ chiaro che prima di giungere alla votazione, prevista nel corso del consiglio comunale, le diplomazie dei vari gruppi dovranno necessariamente trovare una soluzione con l’indispensabile passo indietro di uno dei quattro gruppi politici “in campo”. Tutto questo accade in un momento particolarmente delicato per la maggioranza del sindaco Antropoli con alcune divergenze già in atto sul bilancio, con alcune forze politiche come il Pdl e l’Udc che non si sono presentate in giunta per votare l’importante documento finanziario dell’Ente. Non è chiaro, però, se queste forze non condividono l’impostazione del consuntivo, visto che hanno sempre lamentato uno scarso coinvolgimento nella sua stesura, oppure ci sono delle divergenze più generali con chi quel documento lo ha predisposto, il consigliere Marco Ricci che da qualche mese ha ricevuto dal primo cittadino la delega al bilancio. Inevitabilmente anche sulle scelte da fare per la Commissione Paesaggio, pesano queste divisioni. Nel frattempo, chi sta alla finestra e si gode lo spettacolo sulle nomine, è il consigliere Tonino Gucchierato del centrosinistra, l’unico, al momento con un candidato che con certezza sarà eletto. Si tratta di Fiorentino Aurilio, ex dirigente comunale ed oggi esponente del Partito Democratico. La partita, nella maggioranza, invece, è ancora tutta da giocare.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.