Banner

Capua. Gestione rifiuti al collasso: Sit-In di protesta prevista per l'11 Aprile con due giornate di sciopero.

Piazza dei Giudici - Cronaca

rifiuiti strada2Riceviamo e pubblichiamo integralmente, nota pervenuta dalla FLAICA CUB, sindacato degli operatori ecologici.

 

"Questa mattina all’assemblea, confermata dopo le vergognose accuse rivolte dalla società, erano presenti tutti gli iscritti alla FLAICA CUB.
Si è percepita chiaramente la rabbia nei volti dei lavoratori perché, dopo averli informato sulle notizie in nostro possesso, hanno acquisito ancora più coscienza sul tempo che li separa dal giorno in cui percepiranno il saldo dello stipendio di febbraio, dopo aver ricevuto il misero acconto di € 500,00 cad.
L’assemblea tenuta oggi sul cantiere r.s.u. di Capua, ovviamente, ha visto concentrata l’attenzione sull’ennesimo tentativo di prepotenza, andato a vuoto, messo in atto dall’azienda per ostacolare e mettere pressione ai lavoratori, assistiti SOLO dalla FLAICA CUB, che rivendicano legittimamente il diritto alla retribuzione.
Evidentemente la Falzarano, non ancora soddisfatta della enorme figuraccia fatta di recente con la Commissione di Garanzia, ha nuovamente inviato una richiesta alla stessa pretendendo l’annullamento dello sciopero proclamato per il 10 e l’11 aprile p.v.
A questo ennesimo comportamento scorretto e palesemente inappropriato, abbiamo prontamente replicato, programmando un sit-in di protesta, che si terrà presso gli spazi antistanti il Comune di Capua mercoledì 11 aprile dalle ore 10,00.
Precisiamo doverosamente che i motivi per cui abbiamo indetto la protesta non sono riconducibili all’attività intrapresa dall’Assessore all’Ambiente del Comune di Capua, l’avvocato G. Nacca, ma all’atteggiamento antisindacale praticato costantemente dall’azienda.
Tuttavia, ci recheremo al Comune con l’auspicio di essere ricevuti dall’Assessore e chiedere di accelerare i tempi delle procedure, già avviate per trovare la soluzione definitiva a questa drammatica situazione, valutando per prima cosa l’attuazione dei poteri sostitutivi.
Infine i lavoratori, esasperati, hanno espresso, decisi, la volontà di presentare un esposto alla Procura della Repubblica, per denunciare alcuni episodi piuttosto strani che si stanno verificando da quando la Falzarano ha preso possesso del cantiere, per i quali non si registrano precedenti sul medesimo cantiere.
A tal proposito ricordiamo quanto accaduto nel 2015, quando per appena 10 giorni di ritardo si bloccavano le attività per 20 lunghi giorni, mentre invece oggi con gli stessi lavoratori (51 dipendenti) registriamo la protesta di solo 10 lavoratori, per giunta dopo aver ricevuto solo un acconto di stipendio a 20 giorni dalla scadenza del pagamento, per cui, risulta abbastanza inquietante lo strano silenzio.
Pertanto sembra chiaro che dietro questo insolito atteggiamento, di calma apparente, ci sia qualcosa di molto strano, che NOI della CUB vogliamo scoprire, per il bene di tutti."

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Reportage

Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.