Banner

Capua. VERGOGNOSO! R.ne Carlo Sant'Agata: la ditta lascia il cantiere perchè mancano i soldi. Il Comune dimentica di chiedere i fondi.

 

rione carlo santagata2Un'altra "bomba" esplode sull'amministrazione Centore, per i lavori presso il Rione Carlo Sant'Agata.
Ad annunciare "guerra" è il Comitato di quartiere, che con toni determinati dice: "da mesi la ditta appaltatrice dei lavori, attende la firma alla variazione del progetto, cosa mai avvenuta, tant'è che la ditta, nonostante abbia anticipato quasi un milione di euro, è costretta a lasciare il cantiere per mancanza di fondi".
Un progetto -dice il referente del rione- tanto voluto dai residenti e che oggi, vedono svanire il proprio sogno per incapacità di questa amministrazione e di tutti i suoi consiglieri di maggioranza che nulla hanno fatto fino ad ora".
Non è possibile, anzi a dir poco vergognoso che tale situazione possa far si, che un progetto di grande rilevanza venga letteralmente annientato, nonostante ci siano i soldi stanziati dalla comunità europea.
Nella mattinata, però, tecnici ed igegneri del Comune hanno visitato il cantiere, cercando così di scongiurare il fermo dei lavori.
Da quello che si evince, dunque, la ditta ha già anticipato quasi un milione di euro per lavori già realizzati e mancherebbero all'appello circa 1,2milioni per l'ultimazione dei lavori, previsti entro giugno.
L'ingenere Greco del Comune, ha così subito istituito la pratica per chiedere la seconda trance dei fondi ed evitare lo stallo, oltre ad ulteriori spese in aggravio per l'Ente.
Il Comitato di quartiere, nel frattempo, ha annunciato una riunione straordinaria per Domenica prossima alle ore 17.30 presso il palazzetto dello sport, per poi decidere azioni di protesta, contro la mala amministrazione, già a partire dall'inizio della settimana prossima, con cortei e blocchi stradali.

 

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.