Consiglio, i malumori nella maggioranza

Piazza dei Giudici - Cronaca

Carmine AntropoliCresce il malumore in alcuni partiti della maggioranza sugli argomenti posti all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. A chiedere un incontro con il sindaco, per cercare una possibile soluzione, sono stati il Popolo delle Libertà e l'Udc che, ancora una volta, hanno rivendicato maggiore condivisione sulle scelte che l'amministrazione è chiamata a fare con l'adozione dei provvedimenti in giunta ed in consiglio. Diversi i provvedimenti "sott'accusa", come la delibera che sostanzialmente apre all'esternalizzazione del servizio tributi e il "Forum dei Giovani". Provvedimenti che sono stati inseriti all'orgine del giorno del consiglio previsto per giovedì pomeriggio, senza il preventivo passaggio in riunione di maggioranza, come chiedono Pdl e Udc. Per cercare di dirimere la questione, i due partiti hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il primo cittadino. Si cercherà, quindi, di trovare una soluzione in tempo per il consiglio comunale, evitando così che la maggioranza possa esporsi a nuove divisioni, anche perchè i due partiti contano cinque consiglieri: Carmela Del Basso, Giuseppe Chillemi, Salvatore Caruso per il Pdl, Fabio Buglione e Gaetano Caputo per l'Udc. Il provvedimento sui tributi è fortemente sostenuto dal consigliere Marco Ricci, delegato alle finanze e al bilancio che in questo modo punta ad ottimizzare le entrate in un settore molto delicato. Si tratta di un provvedimento importante che arriva in un momento difficile dell'ente che versa in uno stato di deficit strutturale. L'esternalizzazione, infatti, come sostiene con convinzione Ricci garantirà al Comune gli anticipi sulle entrate dei tributi. In sostanza il concessionario anticiperà all'ente le somme e poi le incasserà dai cittadini. Questa procedura consentirà al Comune di far fronte alle numerose e impellenti esigente di bilancio nell'ottica di un ripianamento del debito. Sul "Forum dei Giovani", invece, proposto dall'assessore Gugliemo Lima, ci sono forti perplessità anche da parte del gruppo del Nuovo Psi di Marco Ricci. Pertanto, se non si troveranno le adeguate soluzioni su questo e sugli altri punti controversi, anche con un possibile rinvio, c'è il forte rischio di una spaccatura. Nel corso dell'incontro con il primo cittatino è stata avanzata la proposta di rinviare la discussione dei punti sui quali non c'è condivisione ad altra seduta del consiglio e, comunque, dopo un'ampia discussione in maggioranza. "Stiamo discutendo - afferma Carmela Del Basso - per cercare una soluzione". "E' giusto - gli fa eco Antonio Minoja, assessore Pdl - che ci sia piena condivisuone sulle scelte amministrative". Anche in casa Udc, sostanzialmente, invocano più collegialità. "Come già abbiamo avuto modo di sostenere - afferma il consigliere Fabio Buglione - è indispensabile che tutti i provvedimenti prima di approdare in giunta e in consiglio comunale siano discussi all'interno della maggioranza. In questo modo su ciascun argomento chi vorrà potrà dare il proprio cotributo". Tutto ora è nelle mani di Carmine Antropoli che, ancora una volta, dovrà tirare fuori le sue abili doti di mediatore per cercare una soluzione che vada bene a tutti. Il sindaco condivide la necessità di una maggiore condivisione delle scelte, purchè questo non si traduca in un impedimento o comunque in un ostacolo all'attività amministrativa da portare avanti.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.