Capua. Precisazioni dalla casa comunale su articoli pubblicati su Capuaonline

Piazza dei Giudici - Cronaca

 

comune-capuaGiungono note di smentita dalla casa comunale, in merito a due articoli pubblicati sul portale.

 

Questione "Blitz della Finanza al Comune di Capua"

 

"Riguardo all’articolo pubblicato il giorno 22 giugno sulla Vs. pregiatissima testata, con il titolo “ Capua. Blitz della Guardia di Finanza al Comune di Capua. Acquisiti gli atti dei bilanci”, si inoltra la seguente breve nota per smentirne il contenuto. Non risulta essere assolutamente vero che, nella suddetta data, è stato effettuato un blitz da parte delle Fiamme Gialle, per un “grave illecito amministrativo per falso in bilancio”, con relativa acquisizione degli “atti inerenti il bilancio comunale per l’anno 2017 e consuntivo 2016”. Nella succitata data, negli Uffici della Ragioneria e del Settore Economico era in corso, in realtà, un intervento di derattizzazione. Altre parole sarebbero, pertanto, superflue!!! Dove sarebbero avvenute le presunte acquisizioni?"

 

La nostra risposta:

 

L'articolo pubblicato su Capuaonline cita:" Non si capisce il motivo di questo bliz delle fiamme gialle, ma da voci indiscrete, riguarderebbe un grave illecito amministrativo per falso in bilancio"
Il significato "riguarderebbe" non è un dato certo, e comunque per quanto riguarda la GDF, questi si sarebbero recati al comune depositando la richiesta degli atti da acquisire. Non abbiamo parlato di ragioneria, dove, in effetti, era in corso la derattizzazione.
La prassi è consegnare, da parte dei miitari alla segretaria comunale, la richiesta dei documenti da acquisire, e in questa richiesta, ci sarebbe anche l'acquisizione del piano finanziario rifiuti, bilancio 2017 e consuntivo.

 

Questione "Capua. Operatori ecologici senza stipendio. Il Comune promette ma non mantiene…"

 

"In merito all’articolo pubblicato dalla Vs. spett.le testata il giorno 27/06/2017, con il titolo “Capua. Operatori ecologici senza stipendio. Il Comune promette ma non mantiene…”, appare doveroso fare talune importanti precisazioni in evidente smentita rispetto alle circostanze in esso riportate. E’ opportuno chiarire, in primis, che l’erogazione stipendiale in favore degli operatori ecologici è effettuata dalla ditta Falzarano, alle cui dipendenze operano i succitati lavoratori. Il Comune di Capua e la sua attuale Amministrazione municipale, sempre attenta alle richieste e alle sollecitazioni dei suddetti, sta osservando con regolarità e puntualità tutte le procedure amministrative prodromiche alla liquidazione degli stipendi. Obbligo, quest’ultimo, incombente sulla società affidataria del servizio. Facendosi comunque carico delle rimostranze sostenute dai dipendenti della ditta Falzarano, il Comune di Capua si è comunque adoperato affinché la stessa società (Falzarano) assumesse una posizione di impegno affinchè si provvedesse, entro il più breve termine, alla corresponsione degli emolumenti stipendiali dovuti. Se dovesse esserci una parte inadempiente, che presumibilmente non ha mantenuto le promesse, questa non è sicuramente il Comune di Capua. Infatti, come si legge dalla nota allegata al suddetto articolo, è chiaramente scritto: “il sig. …omissis…ha telefonato all’Amministratore della società Ecologica Falzarano, che gli ha comunicato che gli stipendi del mese di maggio verranno pagati il giorno 26 giugno 2017 dopo mezzogiorno. Del fatto sono stati informati i dipendenti presenti e l’amministrazione comunale ….”. A fare promesse non è stata, di certo, l’amministrazione municipale, in ogni caso informata in quanto parte attiva per il sostegno e la tutela dei lavoratori. In ordine, invece, al presunto aumento della tassa rifiuti, rappresentato sempre nello stesso articolo, è doveroso specificare che nessun incremento è stato adottato in quanto trova attualmente applicazione il contratto già in essere con la precedente consiliatura. Sul punto, il vicesindaco Carmela Del Basso: “L’amministrazione comunale è vicina ai dipendenti della Falzarano, tant’è che si è subito attivata con l’azienda per sollecitarne l’impegno nei confronti dei lavoratori. Andiamo avanti, rispettosi delle necessità degli stessi lavoratori che devono percepire quanto prima gli stipendi dovuti”. E ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Ciarmiello: “Anche in riferimento alle condizioni igienico sanitarie indicate nello stesso articolo, è doveroso puntualizzare che tramite l’Asl è stata già effettuata la derattizzazione su tutto il territorio e che la raccolta differenziata ha raggiunto, nel frattempo, anche un incremento di venticinque punti percentuali rispetto alle precedenti stime”.

 

La nostra risposta:

 

E' doveroso constatare ed ammirare, la presenza della Vicesindaco De Basso nella risoluzione delle varie problematiche cittadine.
E' pur vero che gli operatori ecologici non sono dipendenti del comune, ma è altresì vero che nessuno lavorerebbe in queste condizioni, con un salario minimo e ritardatario di mesi.
Il Comune, che sia la precedente amministrazione che l'attuale, ha il dovere e l'obbligo di intervenire affinchè venga posta una pietra tombale su una situazione che si protrae da anni. Disservizi e scioperi ci sono sempre stati, creando problemi alla popolazione. Leggi qui!  Ebbene sottolineare, che gli operatori ecologici, sono cittadini Capuani che ad oggi 28 giugno 2017, stanno lavorando ancora senza stipendio!

 

Per quanto riguarda l'aumento della TARI, ci limitiamo a riproporre i seguenti articoli, ai quali nessuno ha mai smentito tali dichiarazioni.
RICCI: Centore aumenta la tassa sui rifiuti, commettendo secondo noi un grave errore contabile e amministrativo. Leggi qui!
Frattasi: Capua Bene Comune: maggioranza aumenta la Tari ed elimina le esenzioni per i più deboli. Leggi qui!

 

Per la questione derattizzazione della città, restiamo esterefatti. Si, perchè per le vie del centro altro non si sente, che una puzza nauseabonda di rifiuti, dove non si è mai vista una sostituzione o una pulizia radicale dei bidoni. Al Rione Largo Sanità, ad esempio, alcuni cittadini hanno acquistato litri tra creolina e disinfettante per la pulizia della piazza, da sempre abbandonata. Cittadini e comitati stanno bonificando zone abbandonate a proprie spese...

L'allarme topi, poi, non è una idiozia ma realtà, che ancora tutt'oggi esiste.
Tra l'altro ci risulta che anche in comune negli ultimi tempi ce stato un problema legato ai ratti, segno evidente di scarsa pulizia e/o igiene.

 

 

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.