Minoja: "In bilancio più soldi per le scuole"

Piazza dei Giudici - Cronaca

Antonio MinojaLa scuola materna "Umberto I°" dovrà essere adeguata alle nuove norme altrimenti c'è il rischio che a settembre non possa aprire i battenti o quanto meno ricevere la prevista agibilità. Ci sono poco più di due mesi di tempo per correre ai riparti ed adeguare la struttura a quelle che sono gli standard previsti dalla legge. Uno dei problemi principali è relativo ai servizi igienici che, dal prossimo anno scolastico, dovranno essere per legge in un numero proporzionato alle aule. Ogni classe, praticamente, dovrà avere un proprio servizio a disposizione e questo comporta necessariamente una serie di importanti lavori di adeguamento. Non va meglio a Sant'Angelo in Formis dove la materna, da qualche tempo è ospitata nel plesso dell'elementare per consentire alcuni lavori di ristrutturazione. Questa situazione "provvisoria" però si è protratta, a sentire i genitori dei bambini, fin troppo, con gravi disagi per tutta l'utenza scolastica del plesso santangiolese. Anche in questo caso la convivenza tra l'elementare e la materna non sembra facile e per di più c'è il solito problemi dei servizi igienici. Servizi che non sono adeguati ai bambini della materna. Così anche per l'edificio in questione si attende il completamento definitivo dei lavori in modo tale da assicurare una struttura sicuramente funzionale ai bambini che alla ripresa delle attività scolastiche. Il problema dell'edilizia scolastica resta piuttosto grave anche perché le risorse per far fronte a tutti i lavori, in alcuni casi indispensabili, sono ridotte al lumicino. Il Comune, versando in una situazione di deficit strutturale, ha indicato quali sono i servizi essenziali a cui far fronte e, tra questi, c'è anche il servizio scolastico. Il problema ora è tutto politico visto che dovranno essere gli amministratori, in fase di stesura del bilancio di previsione, a dare le opportune indicazioni. "Le scuole – afferma l'assessore Minoja – dovranno avere la giusta attenzione perché occorre garantire un servizio importante ed essenziale. Ci sono lavori importanti ed adeguamenti strutturali che non possono essere procrastinati perché è la legge che li prescrive, pertanto come amministratori, tutti insieme, abbiamo il dovere di garantire questi servizi". Durante questi mesi estivi il Comune dovrà procedere al monitoraggio di tutte quelle che sono le esigenze dell'edilizia scolastica e fare in modo, quindi, di assicurare per tempo, l'espletamento di tutti i lavori necessari. "Comprendo – prosegue Minoja – che stiamo attraversando una fase difficile e che tutti i settori devono far dei sacrifici. Però ho notato che, al momento, ci sono settori, come quello dell'ecologia, che non hanno subito alcun taglio. Ritengo invece che anche sul quel fronte si debba intervenire pensando magari ad una rimodulazione del servizio che possa portare ad un abbassamento dei costi. Naturalmente si tratta di scelte sulle quali ci deve essere la partecipazione di tutte le componenti dell'amministrazioni. E' auspicabile quindi, che in questa fase in cui si sta concludendo il lavoro sul conto consuntivo si proceda a mettere mano al previsionale in modo tale da indicare le priorità d'intervento in ciascun settore con la massima condivisione possibile". Il prossimo futuro delle scuole dipende dunque dai cordoni della borsa che dovranno essere aperti se si vorrà garantire la piena efficienza dell'edilizia e il pieno rispetto delle leggi, diversamente, si corre il rischio di ritrovarsi con edifici senza agibilità

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.