Centore: “Rispetteremo le disposizioni dello Stato, ma al Prefetto abbiamo detto che l’arrivo dei migranti preoccupa la città!”

Piazza dei Giudici - Cronaca

centore 9Il Governo Nazionale, con costanza, continua ad affrontare l’emergenza immigrati, ed infatti, ieri mattina, a Caserta, in prefettura, si è tenuta un’altra riunione incentrata proprio sull’arrivo degli extracomunitari destinati ad essere accolti anche in Capua.
L’incontro ha evidenziato che qualora l’amministrazione comunale non dovesse garantire, per ospitare i migranti, il terreno (ipotizzato già nelle precedenti conferenze dei servizi) alla periferia nord della città, o un’altra soluzione ritenuta ugualmente idonea dalla Prefettura, il Ministero dell’Interno attiverebbe autonomamente le procedure per far giungere gli immigrati sull’area, di sua proprietà, adiacente l’ex campo profughi, zona a ridosso del centro abitato capuano.
“Nel rispettare le disposizioni dello Stato, - ha dichiarato il sindaco Eduardo Centore, - corre l’obbligo, tuttavia, di rappresentare che l’arrivo dei migranti preoccupa la nostra comunità cittadina”: è quanto sintetizzato in una lettera inviata, nei giorni scorsi, dal Sindaco al Prefetto di Caserta per evidenziare pure le molteplici iniziative popolari messe in atto in merito alla dislocazione degli extracomunitari sul territorio della città di Capua, già notevolmente afflitto dalle problematiche connesse al dissesto finanziario nel quale versa.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.