Capua. Con pochi soldi e con serietà, Capua potrà riprendersi. La ricetta di Centore è: "evitare lo spreco"

Piazza dei Giudici - Cronaca

comunedicapuaMolti cittadini Capuani si domandano dove attingerà fondi il nuovo sindaco di Capua Eduardo Centore - eletto al primo turno con circa seimila voti, pari a quasi il doppio rispetto agli ex amministratori - per poter far fronte alle prime necessarie spese e per realizzare tutti i punti che nel precedente nostro articolo abbiamo riportato, considerato che questo comune versa nello stato di dissesto finanziario con una cifra da capogiro intorno ai cinquantamilioni di euro. Per poter dare una risposta confacente all’esigenza dei curiosi, ma nello stesso tempo reale, ci siamo avvalsi della squisita collaborazione di due figure di altissimo spessore professionale, che negli anni addietro hanno ricoperto cariche prestigiose sul comune di Capua come ad esempio: segretario comunale ed assessore tecnico esterno addetto al bilancio, i quali ci hanno spiegato che è difficile,  ma non impossibile, gestire una situazione catastrofica come quella che il generale Centore ha trovato sul comune di Capua. Basta tagliare tutti gli sprechi del tipo: commissariamenti inutili, consulenze fuori bilancio ma soprattutto far gestire il movimento dei soldi ad una sola persona che è al disopra di qualsiasi dubbio di onestà personale e patti di clientelismo stabiliti in precedenza. Eliminando tutto questo nelle casse del Comune resterebbero somme di danaro da utilizzare in interventi urgenti. Va anche valutata la qualità dei servizi che vengono effettuati, per evitare di spendere altri soldi per continue manutenzioni a lavori non eseguiti con il criterio pari alla valutazione monetaria. Cioè, mi spiego meglio con un esempio, ci dice il nostro squisito interlocutore. Se il lavoro da effettuare è stato pattuito per una  somma messa a disposizione dall’ente, la stessa deve essere interamente spesa per quell’opera e non casomai metterne una parte per qualche eventuale campagna elettorale. ”Ciò che dico non significa che sia avvenuto, ma voglio farmi intendere qual è il buon modo per evitare sprechi”. Questo è quanto ci afferma l’ex assessore al bilancio di alcuni anni fa. Mentre il Dott. Luigi, ex segretario comunale, ci informa che in seguito alla soppressione dell’Ici, e quindi del mancato incasso per quanto riguarda l’Imu e la Tasi, il comune della città di Capua rientra tra quelli che dovranno ricevere a breve un'ingente somma, pari a circa mezzo milione di euro dallo Stato e che potrà essere utilizzata per i piccoli interventi. Ringraziamo vivamente i nostri interlocutori e ci concentriamo su quelli che potranno essere i primi lavori da fare con l’utilizzo delle somme in arrivo. Potrebbe essere il taglio delle erbacce, che stanno facendo diventare Capua la città meno accogliente della provincia. Sistemare la provinciale Capua-Sant’Angelo in Formis, via Pomerio, via Marra e tante altre che versano in uno stato pietoso, senza parlare della piazzetta all’interno di viale Ferrovia, che  è assolutamente impraticabile. In attesa che tutto questo possa realizzarsi, rinnoviamo gli auguri di buon lavoro al nuovo Sindaco e all’intera amministrazione.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.