Gassificatore, mozione Pdl per "stanare" i consiglieri

Piazza dei Giudici - Cronaca

Giuseppe ChillemiIl Pdl non molla la presa sul gassificatore ed è pronto a "chiamare in causa" tutti i consiglieri comunali. Gli azzurri vogliono sostanzialmente che ciascun consigliere comunale esprima il proprio parere sul progetto di costruzione dell'impianto per il trattamento dei rifiuti al confine con il comune di Vitulazio. L'iniziativa è dei consiglieri Pdl Giuseppe Chillemi, Carmela Del Basso e Salvatore Caruso, che hanno presentato una mozione specifica sul gassificatore che dovrà essere discussa nel prossimo consiglio comunale. In questo modo, se ci sono consiglieri che ancora non hanno espresso pubblicamente la propria opinione in merito, dovranno farlo in sede istituzionale. "E' una mozione – afferma Giuseppe Chillemi – che va nell'ottica di fare chiarezza. Ho l'impressione, infatti, che alcuni consiglieri, colloquiando con i cittadini dicono di essere contrari al gassificatore, ma nella sede istituzionale non parlano e non prendono posizione. Credo, invece, che su questo tema così importante i cittadini devono conoscere la posizione dei loro rappresentanti in consiglio. Un'iniziativa, la nostra, che potrebbe tornare utile anche al sindaco Antropoli per verificare chi realmente sposa la causa dell'impianto". Chillemi sottolinea che la posizione del Pdl è contro il gassificatore anche alla luce dei recenti dati sulla raccolta differenziata forniti dall'assessorato regionale all'ambiente. Dati che dovrebbero portare ad una revisione del piano regionale che prevede, tra l'altro, un gassificatore nel casertano. "Il Pdl è contrario e l'ho detto chiaramente – prosegue Chillemi - nel corso del consiglio comunale straordinario. Il Pdl non mette in discussione l'amministrazione, ma critica fortemente e fermamente le modalità attuate sulla vicenda dell'impianto". Fa sentire la propria voce anche il consigliere di centrosinistra Tonino Gucchierato che, invece, chiama in causa l'assessorato provinciale all'ambiente retto da Maria Laura Mastellone. "Ho visionato i dati della raccolta differenziata – dice – e quella di Caserta è l'unica provincia con percentuali al di sotto del 25%. A Napoli e nel resto della Campania la percentuale è sopra il 50%. A questo punto se c'è un'incapacità dell'azione politico ed amministrativa è bene che l'assessore si dimetta, altrimenti devo dedurre che c'è la convenienza a tenere bassa la percentuale per favorire gli impianti di incenerimento". Il dibattito e lo scontro politico sul gassificatore resta altissimo e sta continuando a condizionare l'attuale assetto della maggioranza di Carmine Antropoli.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.