Capua. La Municipale risponde sulla questione paletti: la nota del 18 Luglio 2014 inviata all'Ente, resta sempre valida. Inutile strumentalizzare.

Piazza dei Giudici - Cronaca

 

paletto rivieraCon nota di protocollo Nr. 781, la Polizia Municipale comunicò al Sindaco, al resposabile del settore ai lavori pubblici e al Provveditorato interregionale opere pubbliche Campania-Molise, che i disuuasori così come sono stati collocati per le dimensioni e per il materiale di cui sono costituiti, sono pericolosi per pubblica e privata incolumità.
Questo parere, dunque, è stato inviato il 18 luglio 2014 ma da allora nulla è stato fatto ne tantomeno rivisto il progetto di per sè incomprensibile dal punto di vista tecnico, in quanto non si capiscono bene le distanze tra i paletti, spazi pubblici e privati.

 

Insomma, sembrerebbe, un progetto fatto in modo approssimativo; immaginate come una mappa scaricata da google, e sopra tutti puntini rossi che identificano i punti di installazione... senza alcuna misura o riferimento.

 

D'altro canto, la Municipale non può intervenire per porre sotto sequestro la realizzazione, in quanto è proprio il Ministero dell'Infrastruttura che ha reso possibile tale installazione secondo le "normative".
Ce da dire anche che, questo progetto, quando è stato portato in giunta, non è stata fatta un'analisi preliminare, ne tantomeno sembrerebbe, sia stato chiesto il parare della Municipale.

 

 

Foto by FB

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.