Pdl contrario al gassificatore, il centrodestra vuole chiarezza

Piazza dei Giudici - Cronaca

Giuseppe ChillemiIl Pdl fuori dalla maggioranza del sindaco Antropoli. E' quello che si apprestano a chiedere altre forze politiche del centrodestra dopo che gli azzurri hanno espresso la loro contrarietà sul progetto del "gassificatore". Posizione contraria emersa con il duro intervento del consigliere Giuseppe Chillemi nel corso dell'assise comunale straordinaria aperta dell'altra sera. Il Nuovo Partito Socialista di Marco Ricci, unitamente a Capua per la Libertà, a Capua Fidelis e Udc sarebbero pronti ad inoltrare al sindaco un documento politico con il quale, sostanzialmente, chiedono "chiarezza" all'interno della maggioranza. Chiarezza, che secondo quanto trapela da questi gruppi politici, dovrebbe avvenire con un azzeramento della giunta e la formazione di una nuova maggioranza, senza il Pdl naturalmente, che dovrebbe sostenere Carmine Antropoli nel prosieguo della consigliatura. In questo primo anno di amministrazione i rapporti tra il Pdl e il resto degli alleati non sono stati dei migliori e il "caso" gassificatore ha portato alla situazione attuale con una maggioranza sostanzialmente divisa con il Pdl contrario all'impianto e il resto della compagine amministrativa a sostegno del progetto, fortemente voluto dal primo cittadino e da Marco Ricci. Un primo incontro tra gli esponenti di Capua Fidelis, Capua per la Libertà, Udc e il leader del Nuovo Psi, ci sarebbe stato subito dopo il consiglio dell'altra sera, quando palesemente, il Pdl ha preso una posizione di netta contrarietà all'impianto. E già in quel colloquio informale ha preso corpo la decisione di preparare il documento da sottoporre al sindaco, cosa che dovrebbe avvenire nelle prossime ore. A rischio c'è ora l'assessore Antonio Minoja del Pdl che, nell'eventualità passasse la "linea dura" adottata dalla nuova coalizione dovrà lasciare l'esecutivo. A giorni, quindi, potrebbero aprirsi nuovi scenari con la formazione di una nuova maggioranza di centrodestra senza i tre del Pdl, Giuseppe Chillemi, Salvatore Caruso e Carmela del Basso. E alla luce dei nuovi possibili equilibri c'è il "recupero" dei consiglieri Taglialatela (Fli) e Buglione (Udc) che erano finiti nel mirino di Ricci dopo la nota vicenda del manifesto al vetriolo. Il finiano ha già ricevuto un incarico ai lavori pubblici ma non è detto che sia propenso a sposare la posizione del Nuovo Psi sui rapporti col Pdl. Ad oggi c'è chi spinge per fare "chiarezza" che, tradotto, significa lasciare fuori il Pdl dalla maggioranza perché gli azzurri – come sostengono negli ambienti socialisti – anche in questo primo anno di consigliatura avrebbero condotto una politica, nelle sedi istituzionali ed in città, non in linea con il resto dell'amministrazione. Al sindaco, abile mediatore, il compito di risolvere quest'altra vicenda

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.