Consiglio gassificatore, l'Idv chiede la "testa" della Ragozzino

Piazza dei Giudici - Cronaca

Nicola ScaleraDopo il rinvio del consiglio comunale, interviene il leader dell'Italia dei Valori che chiede le dimissioni del presidente del consiglio Carmela Ragozzino e muove critiche al sindaco che ha sostenuto come, tra il pubblico c'era una "folta rappresentanza di favorevoli". Per Scalera si tratta di affermazioni "gravissime ed irritanti perché false". "Lunedì – afferma - eravamo nel salone comunale e possiamo testimoniare che a favore dell'impianto non c'era una "folta rappresentanza" ma solo uno sparuto gruppetto (di cui rispettiamo anche se non condividiamo le opinioni), che ha tra l'altro distribuito dei volantini anonimi inneggianti alle qualità "rinnovabili" di un gassificatore. Abbiamo chiesto ad un amico medico presente cosa potesse rinnovare un impianto che termo-distrugge materia e lui, sarcasticamente, si è riferito alla diossina o ai rifiuti tossici (che vanno smaltiti in discariche speciali) prodotti da tali impianti". Scalera sostiene come Capua sta vivendo anni di emergenza democratica, "dove il falso – dice -diventa verità istituzionale". "Ma se nel corso della campagna elettorale dello scorso anno – prosegue - il primo cittadino, allora candidato a succedere a se stesso, che avrebbe dovuto vigilare sulle affissioni illegali, aveva i suoi manifesti attaccati fin sulle cime degli alberi, cosa ci possiamo aspettare oggi da lui se non il pronunciamento di falsità delle sue ultime dichiarazioni? La seduta è sembrata un bel teatrino ben preparato. Nel copione, forse per far bella figura, la presidente del consiglio è partita addirittura in anticipo ed ha esordito litigando da sola contro una bandiera che sventolava, esponendo in pubblico i suoi poteri di espellere dall'aula "chiunque si rendesse responsabile di disordini". Se i disordini, inesistenti e che lei evocava, non sono successi davvero è stato solo per la maturità del ragazzo che sventolava la bandiera a non replicare alla provocazione. L'impressione è quella di un film ben orchestrato a tavolino: non c'è nessuna volontà di confrontarsi (se non con belle parole anche quelle studiate a tavolino) e non sappiamo quanto ce ne sia per la futura occasione". Scalera pone sott'accusa la figura della presidente del consiglio "anello debole – dice - di una catena ben oleata: un'ulteriore prova di impreparazione è che ad ogni domanda fatta dal pubblico la sua replica era di dover andare a studiare prima di dare una risposta". Dopo le dovute considerazioni il Circolo Italia dei Valori chiede le dimissioni di Carmela Ragozzino dalla sua carica e la presenza nel prossimo consiglio comunale aperto, di un rappresentante del Prefetto di Caserta per assicurare il regolare svolgimento della seduta.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.