Muro di cinta pericolante al "Pizzi", Antropoli chiama in causa la Provincia

Piazza dei Giudici - Cronaca

muroRestano invariate le condizioni di pericolosità del muro perimetrale a ridosso dell'istituto scolastico "Salvatore Pizzi", che rischia di crollare - oltre che all'interno dello spiazzale della scuola - anche in via Palasciano, a pochi passi dall'ex struttura ospedaliera, ora sede degli uffici territoriali dell'asl. Una situazione, questa, che l'Amministrazione provinciale ben conosce, viste le precedenti comunicazioni già trasmesse dal Municipio capuano. Eppure, al di là di un temporaneo transennamento della zona interessata, nulla è - nel frattempo - cambiato, in attesa dell'autorizzazione della Soprintendenza ai BB.AA.AA.CC. di Caserta per l'esecuzione dei lavori per la messa in sicurezza delle strutture pericolanti. "Ho trasmesso - ha riferito il sindaco della città Carmine Antropoli - un'ordinanza diretta alla Soprintendenza ed all'Amministrazione Provinciale di Caserta, affinchè di proceda, quanto prima, alla realizzazione degli interventi necessari ed indifferibili per mettere definitivamente in sicurezza l'intera area a rischio". Si attendono adesso eventuali disposizioni ed autorizzazioni da parte della Soprintendenza, per l'esecuzione - in capo alla Provincia - di "un intervento mirato alla messa in sicurezza della muratura perimetrale dell'istituto S. Pizzi, per l'eliminazione di qualsiasi pericolo per la pubblica e privata incolumità, fermo restando ogni più ampia responsabilità verso il Comune e verso terzi per i danni di qualsiasi natura verificatisi o che potrebbero verificarsi alle persone e alle cose".

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.