Capua. Giemme Ambiente SRL scrive per inesattezze sul nostro articolo inerente il sequestro del cantiere. La nostra risposta

Piazza dei Giudici - Cronaca

 

vero falsoInviato: lunedì 19 gennaio 2015 11:27
Oggetto: Riscontro notizie e dichiarazioni da Voi pubblicate

 

Messaggio: Buongiorno, la presente per gli opportuni chiarimenti in merito alle notizie varie da Voi pubblicate e riguardanti la Giemme Ambiente Srl, cui ci si riserva di procedere nelle sedi opportune a tutela della propria immagine, del proprio buon nome e del sempre corretto operato. Nello specifico, più volte la Giemme Ambiente è stata accusata a mezzo stampa di "mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie" oppure "assenza di legalità e sicurezza". Per opportuna conoscenza si ricorda che la Giemme Ambiente, a seguito di aggiudicazione di gara ad evidenza pubblica, ha avviato i servizi di igiene urbana soltanto in data 1 agosto 2014 subentrando ad una situazione allora sì critica sotto il profilo igienico-sanitario e per la quale in pari data la Vs redazione ha pubblicato un reportage/denuncia cui la Giemme Ambiente palesemente non poteva avere alcuna responsabilità. In pochi mesi la Giemme Ambiente, nel rispetto delle norme di legge, ha provveduto al regolare svolgimento di tutti i servizi in affidamento nel rispetto di legalità, igiene e sicurezza cui infondatamente ora se ne lamenta a mezzo stampa la presunta carenza, ripristinando le possibili condizioni di criticità riscontrate al momento del subentro nei servizi. Si ricorda che proprio nel dicembre 2014 le autorità sanitarie all'uopo preposte, probabilmente allertate da facinorosi o persone semplicemente male informate, hanno accertato da parte della Giemme Ambiente il rispetto di tutte le norme afferenti la legalità, l'igiene e la sicurezza dei lavoratori e dei luoghi di lavoro. Per completezza dell'esposizione, soltanto nei giorni prima che venisse disposto il sequestro preventivo dell'area in questione, del tutto casualmente diversi raid vandalici notturni (come prontamente denunciati) hanno causato danneggiamenti vari ai luoghi ed agli automezzi di lavoro. Se adesso si possono ravvisare criticità, queste derivano unicamente dall'aver interdetto ai lavoratori un'area giudicata sicura ed idonea sotto il profilo igienico-sanitario e non aver tenuto in minima considerazione la possibilità che ciò possa causare l'interruzione di un pubblico servizio, oltreché forti disagi ai lavoratori stessi che, dimostrando loro sì buon senso, continuano ad espletare regolarmente il loro lavoro. Nell'attesa che il buon senso prevalga anche negli altri, la Giemme Ambiente ed i lavoratori (che con l’occasione si ringraziano pubblicamente), nonostante le difficoltà del caso e finché possibile continueranno a garantire il regolare svolgimento del servizio pubblico di raccolta differenziata dei rifiuti. Ci scusiamo fin d'ora con i cittadini per eventuali disservizi che, per le motivazioni di cui sopra e non imputabili alla Ns volontà, dovessero verificarsi, impegnandoci a dare il massimo affinchè ciò arrechi il minor disagio possibile e chiedendo ancora una volta alle Autorità Comunali la convocazione di un tavolo di concertazione affinché si possa trovare soluzioni condivise e definitive, scongiurando qualsiasi emergenza che il perdurare tale situazione di inerzia possa ingenerare. Si prega cortesemente di pubblicare. Cordialmente Giemme Ambiente Srl Ufficio Stampa

 

La risposta di Capuaonline

 

Per dovere di cronaca, rispondiamo alla lettera inviata dalla Giemme Ambiente SRL, in merito alla pubblicazione circa il sequestro preventivo dell'area adibita a cantiere rifiuti.
Preso atto di quanto affermato dalla Ditta, precisiamo che più volte ci sono giunte lamentele da parte dei lavoratori, per quanto riguardano, appunto, le condizioni igienico-sanitarie sul posto di lavoro.
Detto questo, precisiamo altresì che l'articolo non specifica deliberatamente una condizione in itinere, bensì una condizione probabile del disagio.
Dunque, abbiamo riportato anche delle foto scattate in loco, che evidenziano carenze a discapito dei lavoratori, che potrebbero (condizionale), essere o meno dovuti ad atti vandalici, come viene definita dalla stessa azienda.

 

Saluti, Salvatore Carbone

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.