Recupero ex campo profughi, ulteriori risposte esplicative di Ricci al movimento Capua 3 luglio

Piazza dei Giudici - Cronaca

riccimarcoConsentitemi una premessa di ottimismo e una rispolverata di memoria.

Quando feci bonificare l'area su via Napoli per farci un parco giochi per i bambini, con tanto di ingresso pedonale al parco delle fortificazioni, l'opposizione di allora mi criticò e manifestò un enorme scetticismo sulla effettiva possibilità che quella mia idea si realizzasse, dandomi del populista.

Ebbene, dove prima c'erano baracche con extracomunitari, galline, caprette e maialini a ridosso del centro storico, oggi esiste una meravigliosa area completamente riqualificata e destinata ai nostri bambini e ai nostri giovani.

Abbiamo bonificato e riqualificato un area, creato posti di lavoro, creato un servizio per i nostri cittadini e per quelli dei comuni limitrofi, abbiamo creato, lì dove c era degrado, opere pubbliche di proprietà comunale gestite da privati con la formula dell'appalto-concessione, il tutto senza che l'Ente spendesse un solo euro, nessuno ci credeva, ma oggi il Parco delle Fortificazioni esiste e tante sono le famiglie che lo frequentano come tante sono le attività ludico ricreative che si promuovono in quel luogo.

Mai nessun amministratore prima di me, aveva realizzato o pensato di realizzare un'area da dedicare ai bambini e alle famiglie.

Non voglio rispondere a sterili polemiche o a stupide ironie su un problema così serio come il "campo profughi", problema che affligge e mortifica l'intero territorio cittadino, pertanto certo che riusciremo a breve e dico a breve, mettendoci come sempre ho fatto la faccia, a dare un segnale forte per l azzeramento di tutto ciò che esiste oggi in quell'area, rispondo nuovamente come ho già fatto visto che evidentemente sono stato poco chiaro, ai quesiti che "CAPUA3LUGLIO" mi ha posto senza ritornarci più su, rispondendo ai se e ai ma con i fatti, perché è di quello che la cittadinanza ha bisogno.

1)Capua 3 Luglio chiede perché me ne occupi io in base a quale delega:
innanzitutto perché quando si prendono tanti voti e quando si è responsabili del primo partito della città, oltre al dovere morale, esiste una responsabilità politica nei confronti dei miei elettori che mi hanno scelto al governo della città ,ma soprattutto nei confronti dell'intera cittadinanza e delle future generazioni, trasmettendo segnali di efficienza e di governo della città nel risolvere problematiche di questa entità.
Poi, in tutte le amministrazioni dello Stato, Ministero, Regione, Provincia e Comune, delle bonifiche si occupa chi ha la delega all' Ambiente, naturalmente rispettando la competenza giuridica sul territorio su cui si deve effettuare la bonifica. Da Gennaio 2014 il campo profughi è diventato di nostra proprietà ed è per questo che stiamo ponendo in essere tutto l'iter burocratico che occorre per iniziare i lavori di bonifica. Prima del titolo di proprietà non potevamo intervenire con nessun progetto, oggi la legge ce lo consente e ci fissa in tre anni il tempo massimo entro cui portare a termine la valorizzazione, pena la restituzione dell'intera area.

2) Capua 3 Luglio chiede del progetto esecutivo;
ho già spiegato nel precedente comunicato l'iter burocratico che stiamo seguendo per appaltare i lavori, se non è chiaro lo ripeto: si va prima in consiglio per approvare la proposta di delibera,(già approvata) con la quale abbiamo approvato l indirizzo politico che l'amministrazione comunale vuole dare a quell'area, (bonifica, analisi del costo della bonifica con computometrico, fonte di finanziamento della bonifica, cessione di un area di 40mila mq, cosa realizzare sull' area dei 40 mila mq, fissare gli indici di edificabilità, fissare e computare la realizzazione delle opere pubbliche da realizzare a carico dell'imprenditore, fissare le linee guida da seguire dopo la bonifica per la realizzazione delle residenze, cioè costruire secondo i principi del protocollo di Itaca e secondo i nuovi modelli di costruzione come ad es: smartcity, cioè la nuova architettura per una città intelligente, con tutti i criteri della ecosostenibiltà) tutto questo lo abbiamo già determinato e deliberato, dando appunto mandato agli uffici preposti di redigere il progetto esecutivo della bonifica, (in via di ultimazione) e approvarlo da qui a pochi giorni in giunta.

Una volta approvato il progetto esecutivo in giunta, gli uffici addetti, preparano lo schema di bando per appaltare il progetto di bonifica, nel quale schema di bando verranno ripresi tutti i parametri di edificabilità, e le linee guida approvate nella delibera di consiglio, così che chi sarà interessato al bando saprà che i lavori della bonifica saranno compensati con l acquisizione di un area di 40mila mq, sulla quale al loro carico vige l'obbligo di poter presentare un progetto che risponda ai parametri fissati in Consiglio, e che sarà valutato da una commissione dell Ente.

3) Capua 3 Luglio chiede se ci vogliono varianti urbanistiche:
non occorrono varianti urbanistiche, si va in DEROGA, in quanto l'imprenditore che si aggiudicherà il bando può ricorrere allo strumento urbanistico del Piano Casa per aree dismesse approvato dalla Giunta CALDORO, ricordando che l'area è già inserita in un territorio urbanizzato e che nello stesso PUC era stata individuata come area edificabile.

4) "Capua 3 luglio" chiede cosa si costruisce:
come già ampiamente su descritto, si effettuerà prima la bonifica,(abbattimento totale di tutte le strutture esistenti) in cambio della bonifica di 130mila mq, l'imprenditore su 40 mila mq può realizzare per 20 mila mq residenze che non devono superare il costo dei 137mila euro, come determinato dalle leggi regionali, e sugli altri 20 mila mq residenze libere secondo i parametri di edificabilità e le linee guida stabilite in Consiglio, oltre a realizzare strutture collettive e aree parco di proprietà comunale cosi come previsto dalla normativa vigente;

5)Capua 3 Luglio è scettica sulla area adibita a strutture sanitarie:
Una volta bonificata l'area di 130mila mq, e destinati di questa, 40mila mq a residenze, abbiamo ritenuto opportuno destinare 45mila mq per strutture sanitarie, perché non vorremmo perdere la possibilità di poter donare un area di questa entità alla Regione Campania per realizzarvi quanto da tempo esiste nel piano ospedaliero della sanità regionale, e cioè il DEA di II LIVELLO, che prevede l'accorpamento dei due nosocomi, Palasciano e Melorio, che altri politici hanno ritenuto opportuno trascurare a favore del territorio dell'agro aversano.

Ho nel Presidente Caldoro tanta fiducia, sono legato a lui oltre che da un rapporto di amicizia, anche da un forte legame politico, in quanto sono uno dei dirigenti nazionali del suo Partito, pertanto mi sento ottimista di poter riprendere un grande progetto, già deliberato dalla Regione, che come ho già comunicato al Presidente nel mese di Luglio, si potrebbe realizzare senza che la stessa Regione investa un solo euro per la realizzazione, seguendo i modelli di gestione ospedaliera virtuosi che esistono nelle regioni del Nord ma anche nelle regioni limitrofe alla nostra.
Credo che l'attuazione del progetto dell'Ospedale, creerebbe un grande sviluppo di tutta l economia cittadina oltre che dare un grande servizio di assistenza sanitaria a una popolazione di oltre 200mila persone. IO VOGLIO CREDERCI, E VORREI LAVORARCI. QUALCUNO PUO' IMPEDIRMELO?

6) Capua3luglio, esprime scetticismo sulle strutture commerciali:
il compito di un amministratore è programmare, risolvere problemi e creare infrastrutture, questo è quello che stiamo facendo per l'interesse della collettività, non siamo imprenditori e le analisi di mercato le lasciamo fare a loro, noi destineremo un area di 45 mila mq a strutture produttive e commerciali, che siano esse parchi a tema, sale bowling. multisala cinematografico etc a noi non interessa, se qualcuno ha già espresso l'intenzione di realizzare cinematografi moderni e altre strutture ricettive, non sarò certo io ad andare a dirgli di non farlo perché fallisci, ognuno fa il suo mestiere, perché se è vero che a 10 km andando verso Caserta esistono strutture del genere, è altrettanto vero che da Sessa Aurunca, da Mondragone, Sparanise etc non c è nulla, oltre ad esprimere la nostra città una potenzialità nella popolazione militare e studentesca di tutto rispetto.
Partirà un bando per un secondo lotto, appena terminata la bonifica.

La cosa più importante è che parta subito la gara per la bonifica, il resto è importante ma senza l'intera area bonificata parliamo di aria fritta.

Io sono ottimista su tutto, saranno i fatti a giudicare se esistono sognatori, kamikaze o semplicemente amministratori che credono nelle potenzialità della propria città, parco giochi docet, io ci credo, e sono certo che come me ci credono tantissime persone, se però non creiamo mai i presupposti mai possiamo aspettarci che qualcuno creda in noi.

Ora la cosa più importante, credetemi è evacuare quell'area e partire con le opere di bonifica così come discusso nel corso della riunione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di giovedì. In quella sede ci è stato concesso di partire subito con la gara senza aspettare i tempi lunghi della burocrazia.

Ringrazio Capua3Luglio per la collaborazione.

MARCO RICCI

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.