Puc e gassificatore, tensioni in maggioranza

Piazza dei Giudici - Cronaca

palazzo municipaleNervi tesissimi in maggioranza in vista del doppio consiglio comunale, quello sul Puc e quello sul gassificatore. Su quest'ultimo si stanno accendendo le polemiche e quella di ieri è stata una giornata carica di tensione con il Pdl a chiedere conto della mancata convocazione del consiglio, straordinario e aperto, da parte della presidente Carmela Ragazzino, a due mesi dalla richiesta. "Vogliamo – hanno fatto sapere dal Pdl - che la presidente proceda con la convocazione". Diversamente i consiglieri Carmela Del Basso, Salvatore Caruso, Giuseppe Chillemi e l'assessore Antonio Minoja prenderanno decisioni drastiche, chiedendo l'intervento del Prefetto di Caserta Carmela Pagano. E non è da escludere una presa di distanza dall'amministrazione.

PUC E GASSIFICATORE, DUE CONSIGLI CHE S'INTRECCIANO

Puc e gassificatore sono due argomenti che si stanno "intrecciando" sul cammino della compagine amministrativa. Tre osservazioni al Puc, giunte al Comune nella giornata di lunedì da parte del redattore del piano, rischiano di far naufragare la discussione del piano nel consiglio in programma per domani. La commissione urbanistica, infatti, prendendo atto che si tratta di una integrazione alla delibera da discutere in assise, ha approvato all'unanimità, di portare all'attenzione della conferenza dei capigruppo la delibera "modificata". Questo significa che la discussione del piano, prevista nel consiglio domani, potrebbe saltare in quanto non ci sono i tempi tecnici previsti per la valutazione della nuova delibera. Parte della maggioranza però vorrebbe evitare la discussione del puc in un consiglio successivo a quello sul gassificatore, perché questo potrebbe comportare ulteriori spaccature nella coalizione. Il Pdl non condivide il percorso politico e amministrativo fatto sull'impianto ed è chiaro che questo potrebbe avere conseguenze sulla stessa maggioranza. E discutere del Puc, dopo la possibile "battaglia" sul gassificatore, è un'eventualità che molti in maggioranza, intendono scongiurare. Per ieri sera è stata convocata una riunione dei capigruppo per decidere le modalità e la "scaletta" da seguire. Tra le possibili soluzioni, un "doppio" consiglio per il 23 (prima il puc e poi il gassificatore) oppure riconvocare l'assise sul puc per lunedì e il gassificatore rinviarlo ad una data successiva. "La città – afferma il consigliere Pasquale Frattasi – aspetta da mesi il consiglio aperto sul gassificatore, un momento di massima democrazia e un suo ulteriore rinvio sarebbe una scelta che non troverebbe giustificazioni. Il puc è importantissimo per il futuro della nostra città ma non vedo l'urgenza della discussione visto che non ci sono delle scadenze". Anche Gucchierato (centrosinistra) non condivide il modo con il quale si sta procedendo ed invita al rispetto delle regole e delle procedure previste dalla legge.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.