Puc e gassificatore, prove di fuoco per la maggioranza

Piazza dei Giudici - Cronaca

palazzo municipaleDoppia prova di fuoco per la maggioranza di centrodestra che in consiglio comunale dovrà affrontare due importanti argomenti: il puc e il gassificatore. La riunione dei capigruppo ha infatti deliberato il calendario delle prossime riunioni di consiglio. Il puc sarà discusso nell'assise del 19 aprile mentre il gassificatore approderà il 23. Una "scaletta" che sulla carta dovrebbe assicurare la tenuta della maggioranza in assise. In un primo momento, infatti, la discussione sul gassificatore doveva precedere quella sul puc. In questo caso, con il Pdl che sull'impianto dei rifiuti ha una posizione diversa dal resto della maggioranza, sarebbero emerse divergenze che avrebbero potuto provocare contraccolpi sul piano urbanistico, in discussione successivamente. Nella riunione dei capigruppo, tra l'altro, Giuseppe Chillemi del Pdl ha sollevato l'inopportunità di posticipare, ancora una volta, il consiglio aperto sul gassificatore che è particolarmente atteso dalla cittadinanza. Alla fine, però, è stato deciso diversamente.

PUC

Sul puc la maggioranza arriva in consiglio senza colui che fino ad oggi si è occupato di urbanistica. Il consigliere Guido Taglialatela (componente Fli del Terzo Polo) è formalmente in minoranza dopo il repulisti fatto da Antropoli in seguito al manifesto che prendeva di mira il delegato all'ecologia Marco Ricci. Il piano, redatto da un tecnico del beneventano, è stato oggetto di oltre cento osservazioni ma non tutte hanno avuto il parere positivo. Resta da vedere come si comporteranno le singole componenti della maggioranza proprio sulle osservazioni "bocciate" e se ci saranno difformità di votazione nella stessa coalizione di centrodestra. Il Puc è uno strumento di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio ed è uno dei "cavalli di battaglia" di Antropoli che punta a dotare la città di un nuovo strumento urbanistico dopo oltre trent'anni. C'è però il rischio che un piano sovradimensionato possa essere bocciato dagli organi superiori. La maggioranza potrebbe portare a casa un risultato positivo imminente ma alla fine non centrare l'obiettivo.

GASSIFICATORE

E' stato il tema della campagna elettorale ed ha acceso numerose polemiche in città. Com'era prevedibile sono scese in campo le due "scuole" di pensiero: c'è chi dice che inquina e chi sostiene il contrario. Non sappiamo se dall'inceneritore uscirà l'acqua di Lourdes, come qualcuno vuole far credere o, come sostiene qualcun altro appena s'accenderà il bruciatore i tumori si espanderanno a macchia d'olio. Questa, purtroppo, è la contrapposizione attuale, dalla quale però occorrerebbe uscire per portare il tema sul piano della discussione politica, partendo dal piano licenziato dalla regione Campania. Un punto da chiarire, infatti, è capire se "l'emendamento Romano" che dovrebbe chiudere le porte all'inceneritore, ha avuto o meno il suo effetto. Su questo il Pdl locale sicuramente aggiornerà i cittadini in consiglio comunale. In attesa dell'assise anche i due comitati cittadini entrambi "contro" all'impianto. In campo c'è, da maggio dello scorso anno, il "No Gassificatore" presieduto da Mario Paternuosto che vede impegnati, tra gli altri, tutti i partiti del centrosinistra. Questo comitato però sembra aver perso lo smalto e la grinta dei primo mesi di attività. C'è poi l'associazione, formalmente apartitica, "Extra Moenia", che sta procedendo nella raccolta di firme dei cittadini "contro" l'impianto. Ora la discussione, e solo quella, sarà al centro del consiglio comunale. Le decisione avverranno in altri sedi.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.