Banner

Operai dell'Anastasio: "Abbandonati da tutti, pronto allos ciopero della fame"

Piazza dei Giudici - Cronaca

operai protesta piazzale dsmSono alla disperazione gli operai "ormai ex" della "Anastasio Impianti Tecnologici" che sono ritornati a presidiare il piazzale antistante la DSM, la multinazionale farmaceutica presso la quale, fino ad alcuni mesi fa, si sono occupati della manutenzione degli impianti. "La situazione – ci dice è ormai critica. Anche l'ennesima promessa non è stata mantenuta ed ora siamo pronti anche a gesti estremi come lo sciopero della fame". Gli operai parlano di promesse non mantenute riferendosi alla possibilità di ritornare al lavoro grazie alla costituzione di una nuova cooperativa. "Inizialmente – ci è stato detto da chi aveva assunto questi impegni – che questa strada sarebbe stata percorribile, invece non è accaduto nulla". Sono determinati ad andare avanti con la protesta "ad oltranza" – dicono "perché qui c'è in ballo il futuro di tante famiglie". Gli operai, però, si sentono abbandonati e puntano l'indice non solo contro i politici che avevano assunto degli impegni ma anche contro i sindacati "che – afferma il portavoce –ci hanno completamente abbandonato. Da giorni cerco di contattare un referente provinciale, il telefono squilla ma nessuno risponde". Anche con l'azienda, l'Anastasio, i rapporti si sono troncati. "Siamo abbandonati a noi stessi – ci dice un operaio – nell'indifferenza di tutti. Oggi sappiamo che altre aziende stanno facendo il lavoro al posto nostro e questo non è giusto". Tutti i tentativi di trovare una soluzione sono naufragati. "Ci eravamo illusi – ci dice – che con l'impegno della politica si potesse arrivare finalmente ad una soluzione ed invece non è stato così. Forse perché tra noi c'è una sola persona di Capua? E' vero, non siamo del posto, ma lavoriamo all'interno di questa azienda da 30 anni. E poi qui non si deve fare un discorso campanilistico, ma puntare a salvare i posti di lavoro". La protesta, anche ieri, non si è fermata. "E continuerà anche nei prossimi giorni – afferma il portavoce del gruppo – e faremo sentire la nostra voce mettendo in atto uno sciopero della fame ed altre azioni che concorderemo tutti insieme"

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Reportage

Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.