Gassificatore, il 19 aprile consiglio aperto

Piazza dei Giudici - Cronaca

gassificatoreDall'uovo di Pasqua dovrebbe uscire una sorpresa per la felicità dei comitati e dei cittadini che vogliono dire la loro sulla questione del gassificatore. La conferenza dei capigruppo in consiglio comunale ha finalmente indicato una data per la pubblica assise "aperta e straordinaria". Salvo complicazioni dell'ultima ora, il presidente del consiglio comunale dovrebbe convocare la riunione per il 19 marzo così come indicato dai rappresentanti dei partiti politici. Il consiglio sul gassificatore è stato chiesto dai consiglieri del Pdl Chillemi, Del Basso e Caruso da quello del centrosinistra Gucchierato e dall'indipendente Frattasi. Un consiglio atteso in quanto sarà la prima volta che gli amministratori coinvolgeranno la città su una scelta molto importante che riguarda il futuro del territorio. Fino ad oggi il sindaco e molti esponenti dell'amministrazione hanno intrapreso scelte e assunto impegni senza informare – come sostengono molti cittadini e associazioni – chi sul territorio ci vive e ci lavoro. Nel frattempo continua l'azione di informazione dell'associazione "Extra Moenia" che sta raccogliendo firme "contro" la realizzazione dell'impianto. Un azione che si svolge prevalentemente nel fine settimana nelle pubbliche piazze o presso le aree esterne dei supermercati cittadini. Sfuma, invece, il consiglio comunale sul Puc. Nella giornata di venerdì si è svolta la riunione dei capigruppo che di fatto è stata aggiornata a lunedì pomeriggio ma con scarsissime possibilità di dare un'indicazione di data al presidente del consiglio comunale Carmela Ragozzino, per la convocazione dell'assise. L'intenzione della maggioranza era quello di portare il Puc all'attenzione del consiglio prima delle festività pasquali ma, in conferenza dei capigruppo, da parte dei consigliere Pasquale Frattasi (misto) e Tonino Gucchierato (centrosinistra) è stato fatto ancora una volta rimarcare che non essendo ancora pronta la prevista documentazione, ferma al vaglio del redattore del piano, una convocazione del consiglio sarebbe risultata inopportuna. In sede di commissione è stato chiamato anche il responsabile del settore architetto Pasquale Rocchio che avrebbe confermato la tesi dei consiglieri Gucchierato e Frattasi. Più possibilista per una convocazione, invece, il consigliere di e capogruppo di Capua per la Libertà, Antonio Valletta mentre il capogruppo del Nuovo Psi avrebbe assunto una posizione "attendista". Non si è fatto vedere, invece, il capogruppo del Pdl Giuseppe Chillemi e la sua assenza non è passata inosservata anche alla luce della recente frattura tra il terzo Polo e il Nuovo Psi, rispetto alla quale il Pdl non si è schierato e, forse, l'assenza alla riunione, è servita a rimarcare la posizione di equidistanza dalle altre componenti della maggioranza. Altra novità rilevante è stata l'assenza del capogruppo del terzo Polo dalla riunione, il consigliere Fabio Buglione. E non poteva essere altrimenti visto che il sindaco Carmine Antropoli, dopo il polverone sollevato dal manifesto del Terzo Polo, ha di fatto estromesso dalla maggioranza, con conseguente collocamento all'opposizione, dei consiglieri Fabio Buglione, Gaetano Caputo e Guido Taglialatela. Un segnale anche quest'assenza. Dal "terremoto politico", il primo cittadino ha salvato solo il vicesindaco Gaetano Ferraro che in giunta era espressione proprio del Terzo Polo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.