Fallimento ACMS, cittadini e studenti appiedati

Piazza dei Giudici - Cronaca

autobusIl fallimento dell'ACMS (Azienda Casertana Mobilità e Servizi) sta provocando notevoli disagi anche a Capua, in particolare per quanto riguarda il servizio di trasporto pubblico. Il presidente della provincia di Caserta Domenico Zinzi, forse perché alle prese con la visita di Napolitano e il taglio del nastro al museo Campano, si è dimenticato di "avvisare" la popolazione che sta subendo i disagi. E il gran casino venuto fuori dal fallimento dell'azienda sta preoccupando anche i comuni per i quali l'Acms svolgeva il servizio scolastico. "La sospensione – afferma l'assessore Antonio Minoja – non è stata in alcun modo anticipata ai Comuni e sta causato notevoli disagi nel servizio di trasporto, con ripercussioni più gravi nei confronti dei pendolari ed in particolare, nell'ambito della nostra città, degli studenti delle scuole elementari e medie. L'Amministrazione e questo Assessorato, sono al lavoro per ricercare possibili soluzioni alternative, specie nell'interesse della popolazione scolastica, nelle more che la Provincia di Caserta e la Regione Campania riescano ad individuare eventuali aziende che possano gestire il servizio". Sul piede di guerra, naturalmente, i dipendenti dell'azienda che temono per il proprio futuro e attaccano la Provincia. "Si profila il reato d'interruzione di servizio pubblico o di pubblica necessità, per l'Amministrazione Provinciale di Caserta che ha interrotto – affermano - il servizio di Trasporto Urbano-extraurbano all'improvviso, senza darne relativo preavviso alla popolazione. Contemplato dall'art. 340 del Codice Penale, questo tipo di reato è punito con la reclusione da uno a cinque anni. Le ripercussioni sul territorio, costituito da Comuni e frazioni del territorio Casertano, grave la situazione degli utenti del servizio di trasporto, gestiti direttamente dalla Provincia, in effetti sta proprio qui il problema. I tempi della burocrazia, si sa, sono lunghi e tortuosi, come le strade infinite della politica, che riesce, in questo caso, nelle more dell'affidamento del servizio, in virtù di un bando per la manifestazione d'interesse, il servizio stesso è stato interrotto senza uno straccio di manifesto di avviso alla popolazione. E così è capitato di vedere anziani ad attendere per ore l'autobus che non è mai arrivato. Persone che dovevano venire in centro, mamme con le carrozzine, ragazzi e studenti lasciati a piedi. E sì che c'era chi aveva una visita medica importante e magari programmata da tempo (visti i tempi lunghissimi della Sanità), chi doveva andare a pagare le bollette, chi doveva recarsi in municipio. Alla Provincia di Caserta e alla Regione Campania, abbiamo nei giorni scorsi manifestato e protestato con forza. Il sospendere i trasporti ha avuto notevoli ripercussioni negative sulla popolazione, che non è stata avvertita, mentre non si sa quando il servizio sarà riattivato

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.