Carnevale, polemiche sulla gestione. La commissione convoca l’Acage

Piazza dei Giudici - Cronaca

Non c’è carnevale senza le polemiche, quelle che lo precedono e quelle del giorno dopo. Del resto anche questo fa parte della kermesse. Ma, polemiche di piazza a parte, c’è una novità. Sulla gestione dell’ultracentenaria kermesse e, più precisamente sull’Acage (l’Agenzia del carnevale e dei Grandi Eventi), infatti, intende acquisire informazioni precise e dettagliate la commissione consiliare cultura. L’organismo, presieduto da Antonio Gucchierato e composto da Pietro Caruso e Gianfranco Vinciguerra, ha convocato per venerdì prossimo la presidente dell’Acage Marina Ramelli. Sul tavolo di discussione, probabilmente, finirà anche la questione relativa ai bilanci dell’agenzia. Un problema, quest’ultimo, che sollevata il consigliere del Nuovo Centro Destra Antonio Minoja. “Da quanto mi risulta – afferma – l’agenzia non ha proceduto ancora a redigere i bilanci come prescrive la legge. Ma, questo è solo uno dei tanti aspetti di una vicenda più complessa sulla quale vorrei che si aprisse una seria discussione politica. L’Agenzia, infatti, si rilevata, così come altri organismi messi in piedi dall’amministrazione, come un semplice contenitore dove la politica ha collocato esponenti rimasti fuori dai giochi elettorali. Un’Agenzia che, per un anno intero, non è riuscita a mettere in atto azioni sul territorio e presso le istituzioni per cercare di attirare fondi e sponsorizzazioni per il carnevale. Si è invece preferito arrivare a qualche settimana dall’evento e attendere il contributo elargito dall’amministrazione comunale. In questi anni c’è stata una gestione approssimativa del carnevale, manifestazione che per la sua storia e la sua popolarità, meriterebbe ben altra attenzione. Ci sono poi stati episodi che hanno ulteriormente messo in cattiva luce l’organizzazione come la lotteria organizzata lo scorso anno e, sulla quale, pesano ancora delle ombre. Ecco, credo che anche in questo settore, così come per tanti altri, si è registrato un fallimento da parte dell’amministrazione. Invece di puntare su due o massimo tre eventi si è preferito procedere con i contributi a pioggia e l’istituzione di eventi fini a se stessi. E gli stessi organismi istituiti, come l’Agace, non hanno funzionato ed oggi, paradossalmente, rappresentano un capro espiatorio per le colpe che invece ha l’amministrazione. Intanto il contributo per la kermesse, seppur in forma ridotta rispetto alle aspettative, è arrivato proprio in questi giorni. La giunta (erano assenti il sindaco Carmine Antropoli e l’assessore alla cultura Jolanda Carmela Capriglione), infatti, ha deliberato lo stanziamento di 8 mila e 300 euro in favore dell’Acage a fronte dei 25 mila annunciati e stanziati lo scorso anno. Ma si sa, il Comune è in dissesto finanziario e dipiù, probabilmente, non si è riusciti a fare.

MIMMO LUONGO

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.