CAPUA - Operatori ecologici, Comune e azienda assenti in Prefettura. La Cisl proclama lo sciopero

Piazza dei Giudici - Cronaca

Sembra non trovare soluzione la vertenza degli operatori ecologici. Di seguito pubblichiamo la nota della CISL che ha proclamanto lo sciopero per il prossimo 4 febbraio.

"Alla riunione convocata per oggi dalla Prefettura di Caserta- afferma la CISL - l'Azienda Rent Line ed il Comune di Capua sono risultati assenti determinando la chiusura negativa dell'incontro. A questo punto la vertenza assume una complicata inclinazione rendendola ancora più aspra. La situazione rischia di precipitare nelle prossime ore, non escludendo azioni spontanee che porterebbero alla paradossale sospensione delle attività vista la disperazione dei lavoratori che nemmeno la tredicesima, promessa per oggi, e' arrivata Ora, sfiduciati, sono in molti a sostenere che applicando rigidamente la normativa di legge mancherebbero i presupposi minimi per operare in sicurezza pertanto si profila un clamoroso stop delle attività seguite da denunce collettive dei lavoratori per inadempienza delle norme di salute, igiene e sicurezza. La Fit Cisl, seppur isolata rimarrà a fianco dei lavoratori per affrontare con determinazione l'annosa difficoltà economica dei pagamenti alle Aziende. Si rammenta che i lavoratori vantano stipendi e/o tfr dal Consorzio Unico di Bacino e dalla Ecological Service, mai estinti per le vicende debitorie del Committente Comune di Capua. La situazione è divenuta pericolosa. La trascuratezza del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di Lavoro "Legge 81/08" ha raggiunto livelli indecenti: Il cantiere e' privo di acqua potabile, ai lavoratori non sono state consegnate le scarpe invernali, i dispositivi di prevenzione individuale, gli

impermeabili e stivali antipioggia ecc., non si e' provvede alla sorveglianza e profilassi sanitaria da diversi anni, per non parlare delle pietose condizioni degli spogliatoi, docce e servizi igienici. Per adesso l'azienda, con una palese attività antisindacale, invece di adempiere agli obblighi di legge risponde provvede con intimidazioni mirate a impaurire i lavoratori,

incaricando personale inadeguato e qualche estraneo al cantiere di reprimere le proteste procedendo a contestare solo gli iscritti della Fit-Cisl. Pertanto, la Fit-Cisl annuncia lo sciopero generale per il 4 febbraio di tutto il personale del cantiere interessato e nel contempo nei prossimi giorni notificherà al Comune di Capua una nota in cui si chiede l'intervento del Consiglio Comunale, allo scopo di analizzare attentamente i motivi di questo deficit strutturale. Infatti, se la legge pone a carico della fiscalità generale il 100% del costo del servizio, questo dovrebbe essere coperto e vincolato semplicemente dal gettito della Tarsu/Tares. Ora due sono le ipotesi o non si combatte l'evasione, e ci chiediamo il perché oppure i fondi utili alla copertura del costo del servizio vengono diversamente utilizzati".  

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.