CAPUA - Tesseramento PD, Di Monaco: "Siamo la maggioranza, ora chiarezza nel partito"

Piazza dei Giudici - Cronaca

Il gruppo del Partito Democratico, di cui fa parte anche l'ex consigliere Luigi Di Monaco, ha dimostrato, ancora una volta, di essere componente di maggioranza all'interno del partito. Il risultato uscito dal recente tesseramento, effettuato contestualmente al congresso provinciale, parla chiaro: Vitale, candidato sostenuto da Di Monaco ha ottenuto ben 113 voti contro i 40 di Roseto. Analizzando i dati sul territorio (due le sedi presenti: Capua e Sant'Angelo) Vitale ha ottenuto 95 voti a Sant'Angelo e 18 a Capua mentre Roseto, sostenuto da un gruppo di cui fa parte l'ex dirigente del comune di Capua Fiorentino Aurilio 40 voti a Capua e zero nella frazione. L'esito del tesseramento, se da un lato è stato un segnale di grande speranza per il partito che ha notevolmente aumentato il numero degli iscritti, dall'altro, rischia, di aprire una nuova fase di "scontro" interno. Luigi Di Monaco, infatti, non usa mezzi termini e critica fortemente l'atteggiamento assunto, nella fase del tesseramento, da alcuni esponenti del gruppo che fa capo ad Aurilio e punta i "paletti" sul percorso che porterà al congresso cittadino. "Il risultato del tesseramento è stato chiaro – afferma - e il nostro gruppo rappresenta nettamente la maggioranza nel partito. Molti simpatizzanti del PD di Capua hanno preferito di sottoscrivere la tessera a Sant'Angelo, questo per rimarcare una netta contrarietà ai metodi e un certo modo di fare politica che non ci appartiene. Non siamo contro le persone ma sicuramente contro una certa mentalità". Lo "spostamento" di questi iscritti che hanno preferito aderire al partito nella sede di Sant'Angelo piuttosto che in quella di Capua – come sostiene Di Monaco – ha fatto registrare un exploit per Vitale. "Anche se – precisa l'ex consigliere – il risultato va visto nel suo complesso, senza distinzioni tra Capua e Sant'Angelo. Anzi, se vogliamo proprio dirla tutta la sede di Capua è stata inaugurata il giorno precedente il congresso con una procedura che non riteniamo corretta. Come non riteniamo corretto il metodo per l'organizzazione, nella sede di Capua, delle operazioni di tesseramento con il conferimento di incarichi a persone che non erano titolate a farlo". Le parole di Di Monaco non sembrano lasciare spazi a compromessi e l'ex consigliere chiude ogni possibilità di una futura collaborazione con i "rivali". "Siamo – rimarca – distanti anni luce sul modo di fare politica. Chi si è avvicinato a noi lo ha fatto per far crescere il partito e per dare il proprio impegno per questa città e per questo territorio e proseguiremo per questa strada. Dopo la proclamazione, il neo segretario Vitale sarà a Capua e chiarirà tutto". La nuova segreteria provinciale dovrà, quindi, mettere ordine con immediatezza su quanto accaduto a Capua, per evitare una nuova paralisi del partito. Il rischio è che si riproponga una nuova forte contrapposizione interna come quella verificatasi negli ultimi anni, tra lo stesso gruppo di Di Monaco e quello di Loredana Affinito. "In quel gruppo – afferma – ci sono persone che non hanno nulla a che fare con la storia del PD. Noi siamo altra cosa e, lo dico con forza, nessun altro è titolato a parlare e a rilasciare dichiarazioni a nome del PD a Capua". Di Monaco annuncia, inoltre, che si candiderà alla segreteria cittadina e, secondo i "numeri" del tesseramento non dovrebbe avere problemi per l'elezione "anche se – precisa – non escludo boicottaggi come quelli che abbiamo subito recentemente". Dall'esito del tesseramento e del congresso risultano eletti a rappresentare il partito a Caserta: Patrizia Aversano Stabile, Carlo Picone e Claudio Carbone che hanno sostenuto Vitale e Girardina Capuano e Fiorentino Aurilio che hanno sostenuto Roseto. "Devo sottolineare – afferma Di Monaco – che Margherita Baccaro, al quale va il ringraziamento di tutto il gruppo per il lavoro svolto, per soli due voti non è stata eletta". La situazione nel Pd, in vista del congresso cittadino, appare piuttosto incandescente e non è da escludere una vera e propria "resa dei conti" tra le varie anime del partito. "Per quanto ci riguarda – conclude Di Monaco – la chiarezza è nei numeri che evidenziano inequivocabilmente qual è la linea da seguire".

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.