CAPUA - Nuovo assessore in "quota" Chillemi (Pdl). Tentativo per riportare Frattasi in maggioranza

Piazza dei Giudici - Cronaca

comunedicapua.jpgLe sfide alle quali sarà chiamata la compagine amministrativa di Carmine Antropoli nei prossimi mesi saranno particolarmente difficili. In primis c'è la questione del dissesto che, nell'eventualità l'iter giunga a conclusione con l'insediamento dei tecnici, comporterà delle ripercussioni sulla gestione della parte economico-finanziaria, il "motore" dell'ente, boccando di fatto eventuali iniziative da mettere in campo per lo sviluppo della città. L'amministrazione, per superare questa fase, dovrà avere la forza e la capacità di trovare altre soluzioni che potrebbero arrivare dal ricorso ai "project financing" e dalle opportunità, sempre di meno per la verità, derivanti dai finanziamenti europei. Per il resto si dovrà gestire l'ordinaria amministrazione con i pochi fondi a disposizione. C'è poi la questione, non affatto secondaria, della conclusione dell'iter procedurale del piano urbanistico che dovrà recepire le indicazioni dettate dalla regione Campania attraverso la valutazione di impatto ambientale. Per centrare questi ed altri obiettivi l'amministrazione dovrà anche superare tutte quelle fibrillazioni che l'attraversano periodicamente e che potrebbero, alla lunga, minare la stessa attività. Di questo ne è consapevole il sindaco Antropoli che, GIUSEPPE CHILLEMInon a caso, starebbe tentando un operazione di allargamento e rafforzamento della maggioranza dopo che la compagine di centrodestra, a due anni dalle elezioni, ha perso quattro consiglieri: Carmela Del Basso e Antonio Minoja del Pdl, Gaetano Caputo e Fabio Buglione dell'Udc, Pasquale Frattasi ex Udc oggi indipendente che si sono andati ad aggiungere a Tonino Gucchierato del centrosinistra, l'unico consigliere di minoranza indicato dal responso elettorale. Diverse le ipotesi in campo che circolano con insistenza in queste settimane. La più interessante, soprattutto dal punto di vista politico, è quella di un ingresso, a pieno titolo nell'azione amministrativa, da parte del consigliere Giuseppe Chillemi già destinatario, qualche mese fa, di alcune deleghe. Antropoli potrebbe chiedere proprio al consigliere azzurro l'indicazione dell'assessore (dovrà essere necessariamente una donna), per sostituire la dimissionaria Ilaria Anastasio (ex Futuro e Libertà). Un'operazione che centrerebbe due risultati: rafforzare la maggioranza in assise grazie ad un maggiore coinvolgimento di Chillemi e riportare nell'esecutivo una parte del Pdl, quella che non ha scelto la strada dell'opposizione rappresentata dallo stesso Chillemi, con la presenza di un'esponente di area. "L'ipotesi di poter dare un contributo fattivo all'amministrazione – afferma Chillemi – attraverso la presenza in giunta di un esponente del mio partito non può che trovare il mio favore. Tutto questo, però, deve essere frutto di un preciso processo di rilancio dell'azione amministrativa. Personalmente sono stato eletto consigliere, ruolo che intendo svolgere anche per il prosieguo della consigliatura e, quindi, non ne faccio una mera questione di incarichi o poltrone". Chillemi non è interessato ad avere un ruolo diretto nell'esecutivo ma piuttosto apre ad una collaborazione per individuare quella professionalità riconducibile alla sua area politica, in grado di poter dare il proprio contributo all'attività amministrativa in un quadro più generale di rilancio della stessa. "Il momento che sta vivendo la città non è dei più facili – afferma – c'è stata l'attivazione della procedura del dissesto finanziario e questo non è imputabile solo all'attuale amministrazione. Credo che se ci sono le condizioni per poter imprimere una svolta, questo non può che trovarmi d'accordo. Non dico che quello che è stato fatto fino ad oggi è sbagliato ma ritengo che occorra creare nuove condizioni per essere più incisivi nell'attività amministrativa e quindi, nell'affrontare i problemi della città cercando soluzioni condivise". L'altra ipotesi in campo, invece, è quella di riportare nella maggioranza il consigliere Paquale Frattasi per il quale Antropoli avrebbe pronto l'incarico di vice sindaco. In questo caso il rafforzamento della maggioranza sarebbe ancora più incisivo perché Frattasi, dimettendosi, consentirebbe all'attuale vice sindaco Gaetano PASQUALE FRATTASIFerraro, ex Udc, di entrare in consiglio. "La mia attività in consiglio – afferma – è stata sempre improntata alla massima collaborazione e disponibilità ad affrontare e risolvere i problemi, sempre con spirito propositivo e mai assumendo posizioni strumentali. Tutto questo lo posso continuare a fare anche dai banchi del consiglio comunale perché, per quanto mi riguarda, non è una questione di incarichi o poltrone. Il vero problema da affrontare è quello di un cambiamento di rotta nell'azione amministrativa, cosa che ho sempre sostenuto. Anche a livello di governo centrale, continuamente, determinate situazioni vengono messe in discussione per cercare di dare maggiore impulso all'attività. Non capisco perché questo non possa avvenire anche a Capua. Forse perché, fino ad oggi, è andato tutto bene? Personalmente, non credo. Ci deve essere una svolta vera, mettendo in discussione l'attuale assetto amministrativo per cercare di ripartire su basi condivise e, soprattutto, senza l'egemonia di nessuna componente". Difficile sapere quali sono le probabilità affinché queste ipotesi di allargamento della maggioranza si trasformino in azioni concrete anche perché, per determinare la "svolta amministrativa" è necessario rivedere gli attuali equilibri della maggioranza. Un percorso, questo, che appare piuttosto insidioso.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.