ESCLUSIVO - "Decreto 35 salva imprese, riconosciuti al Comune 7 milioni e mezzo di euro".

Piazza dei Giudici - Cronaca

riccimarco.jpgSette milioni e mezzo di euro. A tanto ammonta la cifra che lo Stato centrale ha riconosciuto al Comune di Capua per il pagamento dei debiti. I pagamenti avverranno attraverso la Cassa Depositi e Prestiti.  Si tratta del 70% della somma che l'ente aveva richiesto per sanare una difficile situazione debitoria risalente anche ai decenni passati. "Un risultato eccezionale - afferma il consigliere con delega alle finanze Marco Ricci - a conferma che la strada giusta non era certamente quella di dichiarare il dissesto ma di cercare soluzioni fattibili, come il ricorso al decreto 35, che consentirà al comune di ripianare una parte cospicua del debito contratto negli anni verso vari creditori". Il comune aveva chiesto la certificazione per circa 12 milioni di euro di debiti ma - così come è avvenuto per tutti gli eltri enti locali - lo Stato provvederà alla copertura, attraverso un prestito di 30 anni, del 70%. "Questo - ci dice Ricci - non rappresenta affatto un problema perchè l'Anci, l'Associazione dei Comuni Italiani, si è già attivata, affinchè i creditori, per porre fine a situazioni che si protraggono ormai da anni, accettino il 70% del credito. Ovviamente tutto ciò dovrà essere regolamentato. L'obiettivo importante che siamo riusciti a conseguire con l'arrivo di questi 7 milioni di euro e che azzereremo completamente i debiti certificati al 31 dicembre dello scorso anno". Restano invece da "sistemare" i debiti fuori bilancio. "Ho già dato indicazioni - prosegue Ricci - al settore economico finanziario del comune di far ricorso alla norma "salva dissesto" che ci consentirà di chiudere definitivamente anche il capitolo dei debiti fuori bilancio che ammontano a poco più di 3 milioni di euro. Tutto questo non avrà particolari conseguenze per i cittadini in quanto l'imu sulla prima casa va verso l'abrogazione e quella sulla seconda ha già un'aliquota alta". Ricci sottolinea, ancora una volta, che l'obiettivo delle azioni messe in atto dall'amministrazione comunale puntano ad azzerare completamente il debito del comune. "Debito - precisa - che risale anche ad amministrazioni precedenti ma non per questo ci siamo sottratti alle nostre responsabilità. L'importante è risanare le finanze dell'ente in modo tale che le entrate possano servire per assicurare la gestione corrente dell'ente e assicurare i servizi essenziali come le scuole e la refezioni, la raccolta dei rifiuti e l'illuminazione pubblica. I decreti ingiuntivi, purtroppo, stavano mettendo a rischio le risorse per la gestione di tali servizi ma grazie al Decreto 35 siamo riusciti a salvare Capua dal dissesto e garantire i creditori. Ora possiamo guardare com molta più fiducia al futuro di questa città".

ML 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.