Banner
Banner
Banner

Capua. Successo della 34° edizione del Sacco di Capua. Il presidente Del Pozzo: “ Un grazie a chi ha contribuito alla riuscita dell’evento”.

saccodicapua2Si è conclusa la 34° edizione della rievocazione del Sacco di Capua tenutasi nei fossati di cinta,  una manifestazione che ha raccolto centinaia di persone nei due giorni di eventi inseriti nel palinsesto. Un indiscusso successo, quello della Pro Loco di Capua organizzatrice dell’evento, che fa da sprone alla storica associazione per la realizzazione di altre manifestazioni a cui la comunità è stata sempre legata. Nel primo giorno è stato inscenato un assalto alla cortina muraria tra Porta Napoli ed il Bastione Conte con uso di scale, riproduzioni di equipaggiamenti d’assedio. Nel secondo giorno è stato riprodotto un nuovo tentativo di assalto alle mura che terminerà con una vittoria da parte delle truppe francesi e la capitolazione della città rievocando, cosi, il momento dell’apertura della breccia nelle mura cittadine causata dal pesante bombardamento delle artiglierie francesi. Entrambi gli episodi bellici sono stati accompagnati da una voce narrante che ne descriverà le fasi salienti. L'area della manifestazione è stata animata con artisti itineranti, botteghe storiche e scenette di vita quotidiana del tempo. Esperti artigiani specializzati nella lavorazione di prodotti attraverso l’uso delle tecniche di produzione dell’epoca hanno offerto degli appositi percorsi didattici per i visitatori. Allestita per entrambe le giornate un'area ristoro per la somministrazione sia di prodotti contemporanei che alimenti realizzati secondo i ricettari d'epoca; visite guidate ai luoghi del Sacco a cura di Info Capua Sacra. Gli allestimenti sono stati curati dall’associazione “Compagnia d’arme la Rosa e la Spada”, fondata nel 2005. Il presidente della Pro Loco Davide Del Pozzo, soddisfatto per la riuscita della manifestazione, ringrazia quanto sono intervenuti e tutti quelli che hanno collaborato alla buona riuscita dell’iniziativa. “Desidero ringraziare il sindaco Adolfo Villani e tutta l’Amministrazione comunale per il supporto prestato alla Pro Loco, garantendo l’ottima riuscita della rievocazione del Sacco di Capua. Ringraziamenti alla Compagnia Carabinieri di Capua, al Comando di Polizia Municipale, all’associazione di protezione civile SOS Radiosoccorso, all’associazione volontari del soccorso “Ferdinando Palasciano”. È giusto che si sappia che l’evento materialmente è stato reso possibile, oltre all’impegno dei soci della Pro Loco, grazie alla collaborazione gratuita e generosa di amici di Capua e della nostra associazione che con spirito vivo di generosità ed amore per la città  hanno voluto fare la propria parte. Mi riferisco a Francesco Centore della Villa Ferdianndo e Carolina, ad Attilio Russo che ha garantito la pulizia dei fossati, ad Antonio Montanino, amministratore dell’Artemide Global Service Srl, alla CMC Polidiagnostica, a Maurizio Del Vecchio del B&B “Casa Aragona” e all’architetto Rossano Schiavone. Doveroso un ringraziamento ai cuochi della serata Fabio Di Cecio, Francesco Buonanno, Attilio Di Rauso,  Alfredo Gagliardi, Paolo Unione, Giorgio Sciamrella, Pino Del Pozzo, Roberta Del Pozzo, Claudio Cecere e Paolo Napoletano. Un grande grazie a tutti i cittadini di Capua e a quanti, provenienti da altre città, hanno deciso di trascorrere delle ore tra storia, cultura e gastronomia, partecipando al Sacco di Capua” .

 

Capua. Successo della 34° edizione del Sacco di Capua. Il presidente Del Pozzo: “ Un grazie a chi ha contribuito alla riuscita dell’evento”.

 

 

 

Si è conclusa la 34° edizione della rievocazione del Sacco di Capua tenutasi nei fossati di cinta,  una manifestazione che ha raccolto centinaia di persone nei due giorni di eventi inseriti nel palinsesto. Un indiscusso successo, quello della Pro Loco di Capua organizzatrice dell’evento, che fa da sprone alla storica associazione per la realizzazione di altre manifestazioni a cui la comunità è stata sempre legata. Nel primo giorno è stato inscenato un assalto alla cortina muraria tra Porta Napoli ed il Bastione Conte con uso di scale, riproduzioni di equipaggiamenti d’assedio. Nel secondo giorno è stato riprodotto un nuovo tentativo di assalto alle mura che terminerà con una vittoria da parte delle truppe francesi e la capitolazione della città rievocando, cosi, il momento dell’apertura della breccia nelle mura cittadine causata dal pesante bombardamento delle artiglierie francesi. Entrambi gli episodi bellici sono stati accompagnati da una voce narrante che ne descriverà le fasi salienti. L'area della manifestazione è stata animata con artisti itineranti, botteghe storiche e scenette di vita quotidiana del tempo. Esperti artigiani specializzati nella lavorazione di prodotti attraverso l’uso delle tecniche di produzione dell’epoca hanno offerto degli appositi percorsi didattici per i visitatori. Allestita per entrambe le giornate un'area ristoro per la somministrazione sia di prodotti contemporanei che alimenti realizzati secondo i ricettari d'epoca; visite guidate ai luoghi del Sacco a cura di Info Capua Sacra. Gli allestimenti sono stati curati dall’associazione “Compagnia d’arme la Rosa e la Spada”, fondata nel 2005. Il presidente della Pro Loco Davide Del Pozzo, soddisfatto per la riuscita della manifestazione, ringrazia quanto sono intervenuti e tutti quelli che hanno collaborato alla buona riuscita dell’iniziativa. “Desidero ringraziare il sindaco Adolfo Villani e tutta l’Amministrazione comunale per il supporto prestato alla Pro Loco, garantendo l’ottima riuscita della rievocazione del Sacco di Capua. Ringraziamenti alla Compagnia Carabinieri di Capua, al Comando di Polizia Municipale, all’associazione di protezione civile SOS Radiosoccorso, all’associazione volontari del soccorso “Ferdinando Palasciano”. È giusto che si sappia che l’evento materialmente è stato reso possibile, oltre all’impegno dei soci della Pro Loco, grazie alla collaborazione gratuita e generosa di amici di Capua e della nostra associazione che con spirito vivo di generosità ed amore per la città  hanno voluto fare la propria parte. Mi riferisco a Francesco Centore della Villa Ferdianndo e Carolina, ad Attilio Russo che ha garantito la pulizia dei fossati, ad Antonio Montanino, amministratore dell’Artemide Global Service Srl, a Maurizio Del Vecchio del B&B “Casa Aragona” e all’architetto Rossano Schiavone. Doveroso un ringraziamento ai cuochi della serata Fabio Di Cecio, Francesco Buonanno, Attilio Di Rauso, Alfredo Gagliardi, Paolo Unione, Giorgio Sciamrella, Pino Del Pozzo, Roberta Del Pozzo, Claudio Cecere e Paolo Napoletano. Un grande grazie a tutti i cittadini di Capua e a quanti, provenienti da altre città, hanno deciso di trascorrere delle ore tra storia, cultura e gastronomia, partecipando al Sacco di Capua” .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.