Educazione alla legalità: esemplare iniziativa delle elementari del 2° Circolo

Piazza dei Giudici - Cronaca

Si è svolto nella mattinata di lunedì 18 marzo l’ultimo incontro relativo al percorso di Educazione alla Legalità organizzato per gli alunni delle classi V e IV del Circolo.
L’incontro, avvenuto nello spazio teatro del Plesso “Martiri di Nassirya”, ha visto la presenza del magistrato dott.ssa Antonella Cantiello, Pubblico Ministero del Tribunale di S. Maria Capua Vetere, della Dirigente Scolastica, dott.ssa Patrizia Comune, della Collaboratrice Vicaria, ins. Mariarosaria Apice e dei docenti delle classi IV e V del plesso, Loredana Apice, Leonilde Fiorentino, Palmieri Angela, Iovino Giuseppina e Maria Veltre. Favorendo da subito la creazione di un clima di collaborazione e di agio reciproco, la Dott.ssa Cantiello, ha ascoltato con interesse l’introduzione all’incontro, brillantemente svolta dagli alunni della classi quinte, che hanno con dovizia di dettagli e grande passione illustrato le attività sino a quel momento svolte relativamente al tema della legalità. Tra queste ultime, hanno segnalato la partecipazione al Concorso “Geografia e legalità. Sconfiggere le mafie nella mia regione”, che intende proporre agli studenti un approccio empirico nello studio del fenomeno mafioso. Nella fattispecie, gli alunni hanno mostrato al magistrato il “manufatto” da essi realizzato, che rappresentava la “sirena della legalità” contrapposta alla “piovra dell’illegalità”.
La dott.ssa Cantiello, dopo aver apprezzato l’originalità del plastico realizzato, ha preso spunto da esso per descrivere con linguaggio semplice, ma nel contempo incisivo, il suo lavoro di pubblico ministero e il suo quotidiano impegno nella lotta contro la criminalità. Nel suo intervento, il magistrato non ha mancato di sottolineare le complessità e le responsabilità di questo lavoro, svolto da uomini e donne comuni, disposti a sacrificare i propri affetti e la propria famiglia, pur di assicurare il rispetto delle leggi che altro non è,
se rapportato ad alunni della scuola primaria, il rispetto delle regole. Si è poi concessa con estrema disponibilità e anche con una buona dose di divertimento alle domande e alle curiosità dei bambini, che si sono in questo modo misurati in maniera consapevole con le criticità di un territorio da sempre caratterizzato dal fenomeno della camorra.
La mattinata si è conclusa con il saluto finale della Dirigente Scolastica che nel ringraziare la dott.ssa Cantiello per il suo intervento, ha concordato sulla definizione da essa data di scuola quale espressione di per sé di legalità sul territorio e ha ribadito come l’educazione alla legalità si costruisce lavorando tutti insieme, adulti e ragazzi, affinché vengano sconfitti modelli culturali e comportamentali errati e vengano invece condivisi i valori di coesione sociale, di rispetto reciproco e di bene comune.

 

 

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.