Il centrosinistra attacca: Capua, una città moribonda...

Piazza dei Giudici - Cronaca

PDUna città moribonda con un comune sull’orlo del dissesto. E’ questo il quadro dipinto dai partiti del centrosinistra che, uniti e compatti, criticano l’operato dell’amministrazione.  “Il degrado – affermano in una nota congiunta tutti i partiti dell’area del centrosinistra - avanza prepotentemente, le attività commerciali sull’orlo della chiusura, le attività produttive in crisi e che programmano licenziamenti, nessuna prospettiva di occupazione né per il tempo libero per i nostri ragazzi, parcheggi inaugurati da mesi e non funzionanti,  impianti sportivi degradati e privi di agibilità come del resto tutte le nostre scuole sempre più fatiscenti e dove è un miraggio anche la carta igienica per i bambini. Un bilancio finanziario 2011 che si chiude con oltre 5 milioni di debiti, ma noi temiamo che la cifra sia ben superiore”. Il centrosinistra si chiede cosa abbia fatto l’amministrazione comunale, oltre che litigare e lanciare proclami. “A sentire loro, sembra di ascoltare Berlusconi quando, nel pieno della crisi che attanagliava le famiglie italiane, dichiarava che tutto andava bene. A sentire loro, Capua starebbe per essere invasa da milioni e milioni di euro. E come? Dalla vendita delle proprietà comunali che quando sono messe all’asta non trovano compratori e, allora, si abbassa il prezzo per cui dalla vendita si passa alla svendita. E nella foga di vendere si mettono all’asta terreni resi edificabili di cui, poi, si scopre che l’A.S.L. di Napoli ne rivendica, purtroppo forse a ragione, la proprietà.  O inseguendo un gassificatore sperimentale, su cui nessuno in Italia è in grado di esprimersi circa l’utilità e la dannosità, che nessun altro vuole. O rimangiandosi vecchi proclami (“fin quando ci sarò io, non sarà mai più affidata a soggetti esterni la gestione e riscossione dei tributi) e riaffidare alla I.A.P., con modalità dubbie sul piano della legittimità, la riscossione dei tributi, solo per avere qualcuno disponibile ad anticipazioni di cassa per far fronte ai continui buchi di bilancio. Tutto ciò non gratis ma, con un costo che, come sempre, ricadrà sui cittadini e che potrebbe comportare, ci auguriamo di no, anche la messa in mobilità di unità di personale comunale”. Per il centrosinistra la situazione finanziaria e disastrosa. “O si decide subito di utilizzare la legge che permette ai comuni quasi in dissesto di usufruire di contributi dallo stato, da restituire a tasso zero – conclude  - o ci si avvierà verso un inevitabile dissesto che rappresenterebbe per la nostra città un’ulteriore sciagura. Una professione di realismo e di umiltà da parte di quest’Amministrazione sarebbe il regalo di Natale più gradito per i nostri concittadini che altrimenti ricorderanno, di questa fine d’anno, solo le cartelle della I.A.P. ed il supplemento della TARSU”.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.